auto della polizia

Sono stati uccisi e i loro corpi ritrovati con i polsi legati: è giallo sul duplice omicidio di un’italiana 45enne e del marito in Giamaica. La coppia, rinvenuta senza vita all’interno della sua abitazione di Negril, da anni viveva nel Paese e c’è una prima ipotesi investigativa che si sarebbe fatta robusta nel corso delle prime indagini.

Italiana uccisa con il marito in Giamaica

Il duplice omicidio risalirebbe alla notte tra giovedì e venerdì scorsi, secondo quanto emerso dalla prima ricostruzione intorno alla morte di una 45enne italiana, originaria della Valtellina, e del marito 49enne a Negril (Giamaica).

I corpi dei coniugi sono stati ritrovati all’interno della loro abitazione, che si trova in una nota località turistica del Paese dove, da diversi anni, vivevano.

Il ritrovamento dei cadaveri risale alla tarda mattinata del 29 novembre scorso, e sull’accaduto indaga la polizia.

Trovati con i polsi legati

Secondo quanto riportato dall’Ansa, entrambe le vittime presentavano i polsi legati e l’interno dell’abitazione sarebbe stato messo a soqquadro. Si tratta di 2 elementi che avrebbero indirizzato le indagini su una pista che si è fatta sempre più robusta: una rapina finita nel sangue.

Stando alle notizie trapelate in merito all’identità dei coniugi uccisi, la donna sarebbe residente in Giamaica da anni, trasferitasi a Negril dopo aver vissuto nella sua città d’origine, Poggidirenti (provincia di Sondrio).

Il marito della 45enne sarebbe un noto imprenditore di origini giamaicane.

L’ipotesi dietro il duplice omicidio

L’ipotesi di una rapina finita male sarebbe in testa alle piste al vaglio degli inquirenti. Non sarebbe escluso, però, che il duplice delitto possa essere maturato nel contesto di un agguato all’uomo, uomo d’affari piuttosto noto in quella zona del Paese.

I corpi presenterebbero ferite da arma da fuoco e dall’abitazione mancherebbero alcuni oggetti, tra cui addirittura il frigorifero. Alcuni testimoni avrebbero riferito di colpi di arma da fuoco provenienti dalla casa dei coniugi proprio nella fascia oraria in cui sarebbero stati uccisi.