Antonio Cabrini

Grave lutto per uno dei calciatori più amati della storia del calcio italiano. È infatti scomparso Vittorio Cabrini, padre del Bell’Antonio, che fu Campione del Mondo nel 1982.

Stimato da tutta la comunità

L’Italia del pallone si stringe attorno ad uno dei suoi volti più celebri, di quelli che ricordano notti magiche e che hanno segnato un’epoca. Antonio Cabrini piange infatti la scomparsa del padre Vittorio, morto nella giornata di sabato. L’uomo che ha dato i natali al calciatore noto come il “Fidanzato d’Italia” viveva a Mancapane, in provincia di Cremona.
Nel piccolo paese tra Castelverde e Casalbuttano tutta la comunità è in lutto: Vittorio infatti, riportano numerose fonti, era stimato agricoltore e molto presente nelle attività di volontariato della zona.

Vittorio Cabrini viveva con la moglie Graziella ed era padre, oltre che del famoso Antonio calciatore, anche dell’imprenditore Ettore.

L’affetto per il figlio campione del mondo

Nelle ore successive alla scomparsa, sono iniziate a circolare alcune foto, tra cui quella riportata da La Provincia di Cremona. Nella foto è ritratto un sorridente Vittorio mentre tiene in mano la maglia numero 4 del figlio Antonio, quella delle notti magiche del Mondiale ’82.
La carriera del figlio, oggi 62enne e nonno, sarà senz’altro stata motivo di vanto per l’agricoltore Vittorio.

Il Bell’Antonio, come veniva soprannominato per via del suo successo sulle donne, è partito da Cremona e dalle giovanili della Cremonese per legare la sua storia alla maglia della Juventus. Ha indossato quei colori per 440 partite, condite da 52 gol, tanti per un difensore. Il suo nome, tuttavia, è indelebilmente ricordato per i Mondiali in Spagna del 1982, dove risultò essere il miglior giovane della competizione, un contributo fondamentale alla conquista della terza Coppa del Mondo.
Dopo aver smesso di giocare, Cabrini ha provato la strada dell’allenatore: dal 2012 al 2017 è stato allenatore della Nazionale Femminile di Calcio.