Mara Maionchi e la figlia Camilla

Esuberante, simpatica ed irriverente, ecco il ritratto della Maionchi. Ma conosciamo meglio anche sua figlia più piccola, Camilla Salerno, che ha deciso di percorrere la starda di Mara.

Camilla: la secondogenita

Camilla Salerno è nata nel 1981 e si è laureata in relazioni pubbliche e pubblicità alla Iulm di Milano, dopo differenti stage e un anno di master in Copywriting, ha iniziato a lavorare in diverse agenzie pubblicitarie. Ma dopo qualche anno, nel 2008, ha deciso di seguire le orme dei genitori e della sorella Giulia, collaborando con loro presso l’etichetta discografica Non ho l’età. Dopo quattro anni, a causa di vari litigi con la famiglia e accumulata un po’di esperienza in questo mondo ma contro il parere dei genitori, ha aperto una sua etichetta discografica più innovativa Cimice Records.


Visualizza questo post su Instagram

#❤

Un post condiviso da Martino Corti (@artistforfamilies) in data:

Amore e lavoro: un connubio perfetto

Nel 2012 il cantautore Martino Corti, compagno di Camilla, classe 1983, l’ha seguita nella sua nuova esperienza lavorativa e successivamente ne è diventato socio. “Io e Camillaspega Corti durante un’intervista a ritrattidinote.it abbiamo mille idee alternative e qualcuna, di tanto in tanto, la mettiamo in pratica“. Nel 2015 Martino e Camilla, hanno avuto la primogenita Mirtilla e a tal proposito, sul sito di Corti si leggono queste parole: “Diventare papà di Mirtilla mi ha aiutato a capire quanto non fossi pronto ad esserlo.

Di quanto sia necessario spezzare meccanismi che vanno avanti da generazioni. E di quanto sia necessario spostare l’attenzione da fuori a dentro, facendo diventare la scoperta di sé l’obiettivo, in modo da raggiungere qualsiasi obiettivo al di fuori“.

Visualizza questo post su Instagram

🌲☃️🌲☃️😊

Un post condiviso da Martino Corti (@artistforfamilies) in data:

Giulia Salerno: la primogenita

La famiglia di Mara Maionchi è composta anche dalla figlia più grande, Giulia che è nata nel 1977. Anche lei come la sorella è mamma ed il suo piccolo si chiama Nicolò. Come ha raccontato Camilla a Uncò Mag, dietro alla scelta del curioso nome per la sua etichetta c’è anche stata la collaborazione di Giulia: “Mi stavo confrontando con mia sorella per scegliere il nome più adatto alla mia etichetta discografica e scherzando mi propose Cimice per un duplice motivo: la cimice è l’insetto fastidioso, ma anche l’oggetto tecnologico usato nell’ambito dello spionaggio, che permette di ascoltare le conversazioni di nascosto e di captare informazioni da tutte le parti.

È nato come uno scherzo, ma alla fine ho pensato che fosse davvero geniale, pur essendo semplice“.

Fonte immagine in alto: Instagram Mara Maionchi / Martino Corti