Un tassista ha sferrato un pugno in faccia a un turista spagnolo fuori dall’aeroporto di Fiumicino, reo di avergli chiesto l'uso del tassametro. Accusato di lesioni per futili motivi

Brutta esperienza per un turista spagnolo appena giunto da Madrid a Roma. Fuori dall’aeroporto di Fiumicino, infatti, un tassista della capitale gli ha sferrato un pugno in piena faccia, rompendogli il setto nasale. Stando a quanto emerso finora, la “colpa” del turista sarebbe aver chiesto l’applicazione del tassametro da Fiumicino al centro di Roma. Un episodio analogo a quello di 2 anni fa all’aeroporto di Nizza.

Il “movente” dell’aggressione

Nell’area esterna degli Arrivi del Terminal 3, un tassista ha picchiato un viaggiatore. Le telecamere di sorveglianza dell’aeroporto hanno ripreso l’aggressione subita dal turista madrileno.

L’uomo era appena arrivato dalla capitale spagnola a Roma. Avrebbe chiesto al tassista di applicare regolarmente il tassametro, scrive Repubblica. Non aveva ancora caricato la valigia sulla vettura, che si è visto arrivare un violento pugno in pieno volto. La forza del colpo lo ha scaraventato a terra e gli ha provocato la frattura del setto nasale.

La discussione e poi il violento pugno

Dalle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza, si vede la discussione che nasce tra il tassista e il turista. Il primo rifiuta un paio di volte di mettere i bagagli dello spagnolo in auto, allontanandoli dalla vettura.

Poi un addetto del servizio taxi fa salire un altro passeggero e il tassista fa per andarsene. Vista però l’insistenza del madrileno, l’uomo torna sui suoi passi e lo colpisce violentemente in faccia, scaraventandolo a terra. Dalle immagini si può notare l’indifferenza degli altri tassisti e dei passanti. Fortunatamente però, la Polizia di Stato di Fiumicino ha in poco tempo individuato l’autore dell’aggressione. Il tassista è ora accusato di lesioni per futili motivi.

Frattura del setto nasale per il turista

Repubblica fa sapere che poco dopo l’aggressione, il malcapitato è stato trasportato al vicino pronto soccorso aeroportuale di Adr.

Lo spagnolo è stato poi trasferito al CTO di Roma, dove i medici gli hanno diagnosticato la frattura del setto nasale, giudicata guaribile in 30 giorni. Il Comune di Roma, prosegue il quotidiano, sta attendendo il risultato delle indagini, prima di avviare le procedure per ritirare la licenza al tassista.