frozen re leone

Dimenticate Il Re Leone, prima edizione, Biancaneve o La Bella e la Bestia. Questi ultimi 10 anni sono stati segnati da ben altri cartoni che, per chiunque abbia figli o nipoti vicino, è stato impossibile ignorare.

Dal 2010 – Rapunzel

Tutto comincia con una torre e lunghi capelli dorati. La storia della bella Raperonzolo è nota, ma per la prima volta nel 2010, la Disney fa “sciogliere i capelli” alla sua bella protagonista cominciando il lungo ciclo delle principesse che si salvano da sole. Rapunzel ha ancora bisogno di un eroe per uscire dal giogo della strega, ma la verità è che i due personaggi si amalgamano bene tra di loro.

Passano appena 2 anni che la bella principessa Merida, neanche a dirlo chiamata Ribelle, rifiuta il matrimonio combinato e lotta per ottenere la sua indipendenza e il diritto a governare sui clan.

La rivoluzione Frozen

Sarebbe difficile spiegare ai bambini che sono passati quasi 7 anni dall’uscita nelle sale di Frozen. Le due sorelle Elsa e Anna hanno conquistato il mondo che ancora oggi si muove tra torte e feste a tema.

La storia del resto aveva tutte le caratteristiche adatte a convincere i più piccoli: una sorella magica e una divertente ma senza magia; un pupazzo di neve parlante; i troll e persino una renna. Il regno di Arendelle ha portato tutti alla dolce conclusione che l’amore che ti salva può essere di tanti tipi: anche quello forte e indissolubile di una sorella decisa a salvare l’altra. Nemmeno a dirlo in questo ultimo anno, la Disney fa uscire Frozen II – Il segreto di Arendelle, e se ancora è difficile capire la portata di questo nuovo cartone, le facce felici dei bambini che escono dai cinema, qualche chiaro indizio lo dà.

Inside Out – La rivincita delle emozioni

Gioia, Tristezza, Paura, Disgusto e Rabbia. Sono loro le emozioni che muovono le azioni della piccola Riley in Inside Out, una bambina costretta a lasciare il Minnesota, casa sua, per trasferirsi a San Francisco con la famiglia. Un cambiamento difficile, visto proprio dal punto di vista delle sue emozioni. Sorprendentemente il film istruisce chi guarda ad accettare ed amare ogni emozione, anche la tristezza.

Il ritorno del Re Leone

2019 anno di un grande ritorno: Il Re Leone è tornato nella sale con un remake tutto nuovo che ha cercato di riportare la magia della savana nelle sale dei cinema.

Non un cartone, quindi, ma un film di animazione anche se la storia è sempre quella che conosciamo ormai a memoria. I più grandi però non riescono proprio a dimenticare Vittorio Gassman che dava voce a Mufasa, ma i piccoli, almeno loro, superano la difficoltà degli adulti e si lasciano persuadere.