TV e Spettacolo

Christian De Sica: “Roma? È come Baghdad. Non voglio più viverci”

Christian De Sica usa parole pesanti nei confronti della sua Roma, definendola come Baghdad e rivelando di volersi trasferire
christian de sica

Christian De Sica, uno degli attori italiani più celebri e romano doc, annuncia durante la presentazione del suo ultimo film “Sono solo fantasmi” di voler lasciare la sua amata Roma.

L’attore avrebbe infatti intenzione di trasferirsi in un’altra città italiana e abbandonare così la sua città natale di cui più volte ha criticato la mala amministrazione.

De Sica: l’annuncio di voler lasciare Roma

Secondo quanto riportato da Il Tempo, il celebre attore romano avrebbe intenzione di trasferirsi in Campania, a Castellammare di Stabia, nella provincia napoletana.

De Sica possiede lì infatti una casa in affitto e anche una barca; la scelta del posto sarebbe dovuta al fatto che la città è molto più tranquilla e meno caotica di Roma.

L’attore rivela inoltre che il padre Vittorio era molto legato a quel posto e anche lui avrebbe voluto vivere nei pressi di Sorrento e della costiera amalfitana. Riguardo la città di Roma Christian non ha usato mezzi termini per descriverla: “È diventata Baghdad. Non mi piace più viverci”.

Il ricordo del padre e i riconoscimenti alla carriera

Sempre durante la presentazione dell’ultima opera cinematografica, l’attore ha voluto ricordare il padre.

Prendendo spunto dalla trama del film gli è stato chiesto cosa avrebbe fatto se il padre fosse tornato come fantasma. Lui risponde: “Magari! Gli chiederei tutto quello che non gli ho potuto domandare prima.

Mi manca molto. Ricordo i suoi insegnamenti. Era un genio, un maestro di recitazione. Ecco perché cito spesso i suoi film nei miei”.

Riguardo ai suoi riconoscimenti come attore confessa che il premio più bello, oltre che i David di Donatello e i Nastri d’argento, è stato l’affetto che il pubblico gli ha sempre riservato in tutti questi anni.

Inoltre sui prossimi progetti futuri racconta: “Sono tanti anni che vorrei fare ‘La porta del cielo’ e raccontare la storia d’amore tra mio padre e mia madre. È il progetto più bello della mia vita. Chissà se ci riuscirò mai”.

Potrebbe interessarti