foresta in fiamme

Scenari apocalittici sono quelli che arrivano dall’Australia. L’intero territorio è in fiamme e continua a bruciare ininterrottamente da settembre, complici le temperature alte, che superano i 40 gradi e i venti forti.

Australia, incendi: è una catastrofe

La zona più colpita è quella della regione del Nuovo Galles del sud è da lì che arrivano le immagini più scioccanti. I vigili del fuoco e i volontari dediti alo spegnimento delle fiamme sono allo stremo.

Le immagini, che stanno rimbalzando da una piattaforma social all’altra sembrano scenari infernali presi da qualche set cinematografico.

Soprattutto la giornata di sabato, si legge su BBC, è stata definita dai vigili del fuoco come la peggiore. I forti venti e le alte temperature non fanno che rendere la situazione ancor più critica.

Circa 700 case sono andate distrutte, mentre a molti residenti della zona è stato detto di trovare rifugio da qualche parte perché impossibile trarli in salvo.

Le autorità corrono ai ripari

Le autorità della regione del Nuovo Galles del sud hanno deciso di correre ai ripari cercando di limitare anche gli spostamenti. È stato infatti richiesto alla popolazione di rimandare i viaggi legati alle festività natalizie, soprattutto di evitare di percorrere le strade coinvolte o nei pressi di un incendio.

La situazione sta raggiungendo condizioni allarmanti anche in prossimità di Sidney, dove i vigili del fuoco stanno lottando contro tre grossi focolai.