cavetto usb

Smartphone, tablet e pc sono ormai i compagni di avventura della maggior parte delle persone che si accingono a fare un viaggio. Non a caso, nella maggior parte dei luoghi pubblici, sono disponibili delle stazioni di ricarica, grazie alle quali collegarsi con le prese USB. Ma sono sicure? Scopriamolo insieme!

Attenzione alle prese USB pubbliche

Prima o poi capita a tutti di ritrovarsi fuori casa con il telefono scarico e cercare una stazione di ricarica per riuscire a risolvere la situazione. Proprio in questo caso entrano in gioco le prese USB pubbliche, sempre più diffuse, che però nascondono alcune insidie.

Tra queste si annovera il juice jacking. Questo è un tipo di attacco informatico che avviene proprio attraverso le porte USB e che vede i cyber criminali all’azione per danneggiare i dispositivi o, ancor peggio, rubare le informazioni personali, come password e dati sensibili.

Questo è possibile nel caso in cui i cavi utilizzati per la ricarica siano abilitati anche al trasferimento dati. Un hacker, infatti, si adopera per manomettere la porta d’ingresso in modo tale da avere facilmente accesso ai device che vi si connettono.

Alcuni consigli utili

Il rischio di essere sotto attaccato di cyber criminali è possibile nel caso in cui si utilizzino prese USB contaminate o cavetti infetti che vengono lasciati in una stazione di ricarica. Proprio per questo motivo vi consigliamo di non utilizzare cavetti che non siano vostri e possibilmente evitare di ricaricare con prese USB pubbliche.

In alternativa potete utilizzare una power bank oppure optare per il tradizionale caricabatterie da parete. Se invece avete a disposizione solamente il cavetto USB, allora vi raccomandiamo di assicuravi che non sia abilitato al trasferimento dati, ma che possa essere utilizzato solamente per ricaricare.

Per finire, un’altra valida soluzione è rappresentato dal Condom USB. Si tratta di un dispositivo che protegge i vari device dai virus provenienti dalle prese pubbliche. Un ottimo modo per evitare possibili inconvenienti.