Auto dei Carabinieri

Tragedia familiare in provincia di Reggio Calabria. L’Ansa riporta che un uomo di 75 anni ha aperto il fuoco contro 3 fratelli, uccidendone uno al termine di una violenta lite. L’uomo sarebbe già stato arrestato dai Carabinieri.

La lite tra fratelli per problemi di vicinato

I fatti sono avvenuti nella mattinata di oggi, martedì 7 gennaio, pertanto le notizie che sono state diffuse danno solo in parte il quadro completo della situazione. La certezza è che in mattinata il 75enne Antonio Bellantone ha preso il fucile da caccia e ha sparato ai suoi fratelli.


Il tutto è successo in provincia di Reggio Calabria, precisamente in località Ferrito nel paese di Villa San Giovanni. Stando a quanto riportato dalle fonti locali, i quattro fratelli Bellantone avevano avuto una accesa discussione, il cui oggetto sarebbero alcuni dissidi di vicinato e problemi legati a dei terreni confinanti. Al culmine della lite, la tragedia per mano del 75enne.

Ucciso uno dei fratelli

Dopo aver preso il fucile, Antonio Bellantone non si è limitato a minacce, ma ha deciso di aprire il fuoco sui propri consanguinei. Stando alle ricostruzioni offerte, il tutto è successo alle 8.30 del mattino e ad avere la peggio sarebbe stato il fratello 81enne Giuseppe Bellantone.


Questo, infatti, sarebbe stato colpito in pieno petto da un colpo sparato dal fucile, morendo sul colpo. Inutile quindi l’intervento dei soccorsi. Non è stato reso noto se gli altri fratelli siano o meno rimasti feriti nell’accaduto.

Le fonti riportano che il 75enne Antonio Bellantone è già stato arrestato dai Carabinieri, cui ora spetterà il compito di ricostruire la vicenda e far luce su questa tragedia, costata la vita ad uno dei suoi fratelli.