Tania Cagnotto

La tuffatrice e medaglia d’oro mondiale Tania Cagnotto sta vivendo un grave lutto: sua nonna si è spenta all’età di 98 anni. A darne l’annuncio è stata la stessa Tania Cagnotto tramite un toccante messaggio su Instagram.

La scomparsa della nonna

Inizio del 2020 con una triste notizie per una delle atlete italiane più vincenti e riconosciute d’Italia. Tania Cagnotto, tuffatrice di fama e palmares mondiale, ha infatti dovuto dire addio a sua nonna, una persona molto speciale. A giudicare dalle prime parole del messaggio condiviso su Instagram, l’anziana signora potrebbe essere la nonna materna della tuffatrice: quel “meine liebe omi” (mia cara nonna in tedesco), sembra suggerire infatti che sia la madre di Carmen Castainer, originaria di Bolzano.

Come la figlia, anche la madre di Tania Cagnotto è stata una vincente tuffatrice, sposata inoltre col campione Giorgio Cagnotto.

Il messaggio d’amore per la nonna scomparsa

Nel messaggio condiviso da Tania Cagnotto, traspare tutto l’amore per la nonna, che si sarebbe spenta in modo molto pacifico. “Stanotte, 4 giorni dopo il tuo compleanno (98anni) – ha scritto Tania – ti sei addormentata nel modo in cui te lo auguravamo.

Finalmente potrai raggiungere il nonno, che tanto ti mancava“.
Parole molto toccanti, che evidenziano anche l’amore che la legava al compianto coniuge. Subito dopo, altre parole speciali per la “bella nonnina” (come scrive negli hashtag): “Sei stata una nonna speciale per me, sempre presente, sempre allegra, fino alla fine dei tuoi giorni“.

La gioia per la piccola Maya

Infine, l’ultimo pensiero va al fatto che la nonna, scomparsa a 98 anni, abbia potuto gioire della nascita della primogenita di Tania Cagnotto. La piccola Maya è nata nel 2018, frutto dell’amore con Stefano Parolin.

Sono felice che sei riuscita ancora a conoscere Maya” dice infatti la Cagnotto nel post, dando l’ultimo saluto alla nonna. Il tutto è correlato di foto molto dolci di Tania Cagnotto, la nonna e la bambina: diverse generazioni sorridono e si amano l’un l’altro.

Un dolore grande quanto l’affetto provato per l’anziana signora, che di certo sarà stata orgogliosa di aver visto figlia, genero e nipote trionfare così tanto nelle loro vite.

Il post di Tania Cagnotto