Lando Buzzanca in primo piano

Arrivano indiscrezioni su querelle patrimoniali in casa Buzzanca. Massimiliano e Mario, i figli di Lando Buzzanca, hanno chiesto al giudice tutelare di affiancare l’attore nell’amministrazione dei suoi beni.

Lando Buzzanca e le questioni patrimoniali

Botta e risposta a suon di interviste per la famiglia Buzzanca. Protagonisti della faida familiare sono l’attore palermitano di 84 anni e i figli Massimiliano e Mario, che hanno chiesto al giudice tutelare di scegliere una figura a cui affidare la gestione del patrimonio di Lando Buzzanca, come riportato dal settimanale Nuovo.

Una richiesta non gradita dall’attore siciliano, che avrebbe dichiarato a Oggi: “Questa cosa mi fa stare molto male.

Certo, sono anziano… ma ragiono ancora bene… Ho deciso di vendere la mia casa perché ci sono troppi ricordi legati a mia moglie; qualche anno fa voleva acquistarla la compagna di mio figlio Massimiliano ma io ho rifiutato” – l’attore conclude con amara ironia- “E adesso, di colpo, sono diventato rimbambito […] Tutto andrà a finire che gli darò la casa e io me ne andrò tranquillo.

La precisazione dei figli di Lando Buzzanca

Massimiliano Buzzanca precisa che la decisione è stata presa per aiutare il padre nell’amministrazione dei beni, attività di cui si è sempre occupata la madre: Nessuno della famiglia, ma proprio nessuno, ha mai minimamente pensato di voler interdire papà…” -specifica Massimiliano- “Abbiamo chiesto al giudice tutelare che gli sia assegnata una persona di fiducia che possa amministrare al meglio le sue proprietà.

Lui non è mai stato abituato a occuparsi delle questioni economiche, lo faceva mamma. E le cose sono peggiorate da quando ha avuto un’ischemia nel 2014…”.

Conclude poi specificando di non essere interessato al patrimonio del padre: A me, sinceramente, dei soldi di papà non me ne può fregare di meno.

E’ giusto che se li goda, cerchiamo solo di tutelarlo”.