Libreria Paravia di Torino

Un altro pezzo storico delle librerie d’Italia costretta a chiudere. Lo ha annunciato la stessa libreria Paravia, la seconda più antica d’Italia, nata addirittura nel 1802. Dietro la chiusura, l’impossibile concorrenza dei giganti dell’e-shopping, come Amazon.

Chiude la libreria Paravia di Torino

Tra soli 2 anni avrebbe festeggiato i 220 anni di storia. La libreria Paravia può fregiarsi di essere la seconda libreria più antica d’Italia, risalente addirittura ad un epoca in cui l’Italia stessa non esisteva. Ben prima di Garibaldi e dell’Unità, già esisteva la libreria Paravia. Una pietra miliare del settore, che ora è costretta a chiudere.


L’annuncio lo hanno dato direttamente le proprietari Nadia e Sonia, tramite un post sulla pagina Facebook della libreria: “Abbiamo ereditato da nostro papà, questo affascinante mestiere e abbiamo investito tutte le nostre energie per cercare di farlo nel miglior modo possibile“. Un obiettivo, purtroppo, sfumato e la causa è ben chiara.

La spietata concorrenza di Amazon

Nel post non viene mai nominato, perché un’accusa guasterebbe quelli che sono ringraziamenti di cuore ad agenti, distributori, editori, autori e clienti che per 198 anni hanno permesso alla libreria Paravia di esistere.


A rivelare la causa della chiusura, ci ha pensato Repubblica tramite le parole della stessa Sonia Calarco: “Questo è il prezzo che si paga ad essere librerie indipendenti: i ricavi coprivano a malapena i costi, non era più sostenibile“. Il settore è gravemente in crisi e c’è un gigante dell’e-shopping che sta mettendo tutti in ginocchio, vero cuore del problema della piccola e media editoria. Il motivo della chiusura, infatti, “Lo conoscono tutti: è Amazon. Il problema non il commercio online, che c’è sempre stato, ma Amazon che prima ha attirato i clienti solo con sconti esagerati, poiché in Italia manca una legge che tuteli i librai, e poi li ha abituati ad avere i prodotti a casa in tempi rapidissimi e con un assortimento incredibile“.


La “legge sul libro” ferma in Senato

La tanto sospirata legge invocata da Sonia e Nadia ci sarebbe anche, ma bloccata in Senato. TGCom24 ricorda infatti che la commissione Cultura della Camera ha già dato il via alla cosiddetta “legge sul libro per una riduzione degli sconti massima al 15%, oltre che di una card cultura per i meno abbienti.

Tutte soluzioni che dovrebbero rilanciare un settore gravemente in crisi, con oltre 2.300 librerie chiusi in 5 anni (dati dell’Associazione Librai Italiani). Ora si aggiunge anche la libreria Paravia, segno che neanche una secolare storia può nulla di fronte a questa crisi.