Ritratto di Signora di Gustav Klimt

Gli appassionati d’arte (e non solo) attendevano con ansia questa notizia e, dopo un intero mese di indagini, è stata confermata l’autenticità del quadro “Ritratto di signora” di Gustav Klimt. Il dipinto è stato ritrovato a Piacenza il 10 dicembre scorso, nascosto nella nicchia del muro esterno della Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi.

Un dipinto ritrovato dopo ben 22 anni

Si può quindi affermare con assoluta certezza che l’opera in questione è la stessa trafugata quasi 22 anni fa, il 22 febbraio 1997, proprio nella Galleria d’arte dove, a distanza di tanti anni, è stata ritrovata. Tale quadro era stato acquistato dal collezionista Giuseppe Ricci Oddi nel lontano 1925 ed era stato conservato nella sua galleria fino all’anno del furto. 
Lo affermano senza alcun dubbio gli esperti ministeriali nominati dalla Procura: Diego Cauzzi, funzionario per le tecnologie Pilotta di Parma, Anna Selleri, funzionaria restauratore Pinacoteca Nazionale Bologna, e Claudia Collina, funzionaria Beni culturali Regione Emilia Romagna, i quali si sono occupati di verificarne l’originalità.

In molti ipotizzavano si trattasse di un falso

Negli ultimi giorni sono stati in tanti ad ipotizzare si potesse trattare di un falso. Secondo quanto rivela il quotidiano di Piacenza, Libertà, il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi, dichiarando di essere certo dell’autenticità del dipinto, aveva chiesto alla Procura di vederlo, in modo da dare un contributo alle indagini, ma non aveva ricevuto alcuna risposta. A distanza di pochi giorni, però, la pm Ornella Chicca ha confermato l’autenticità dell’opera del maestro viennese durante la conferenza stampa tenutasi venerdì 17 gennaio nella sede della Banca d’Italia di Piacenza, luogo in cui l’opera è stata custodita nel corso delle indagini effettuate dai 3 periti nominati dalla Procura.

Dopo un mese di indagini arriva la conferma: l’opera è autentica

La certezza dell’autenticità del quadro è arrivata dopo un mese di accurate analisi ed indagini. Il dipinto era stato ritrovato dal personale che stava eseguendo dei lavori di manutenzione. Secondo le testimonianze, l’opera era stata nascosta in un sacco e riposta dietro un’edera. Il famosissimo capolavoro dal valore inestimabile, che si pensava fosse stato rubato, era invece rimasto nella stessa galleria per tutti questi anni. Ma almeno possiamo dire che il mistero sulla scomparsa di Ritratto di Signora“, pur essendo durato molti anni, si è concluso con un lieto fine.