Adriano Pappalardo a Vieni da me

Adriano Pappalardo ha riaperto le pagine del suo passato, rivelando alcune curiosità del percorso che lo ha condotto al successo. Nel racconto spicca il retroscena sul gesto del padre che, appresa la sua volontà di intraprendere la via della musica, lo ha cacciato di casa. Poi il drammatico ricordo dell’incidente che poteva costargli la vita: Ho rischiato di morire“.

Adriano Pappalardo: lacrime per il padre

Adriano Pappalardo è stato ospite di Caterina Balivo, a Vieni da me, e ha aperto il suo cuore per svelare alcuni dei capitoli salienti del suo passato.

Tra le righe del racconto, un focus sul rapporto con il padre, segnato da un clamoroso gesto del genitore all’alba del successo che lo avrebbe reso famoso nel mondo della musica.

L’artista ha svelato la reazione dell’uomo quando gli ha detto di voler diventare un cantante: “Mi disse: ‘Ma come? Ma co’ sta voce?’“. “Mi disse ‘Non sei mio figlio’, mi cacciò di casa perché dopo la quarta/quinta ginnasiale gli dissi ‘Basta papà, io voglio fare il cantante“.

Pochi anni più tardi, però, sarebbe stato costretto a ricredersi alla luce della brillante carriera dell’artista.

Pappalardo lo portò con sé all’Arena di Verona, dove doveva esibirsi come super ospite del Festivalbar: “Allora mi disse ‘Sono fiero di essere tuo padre’“.

Questo, nella mente di Adriano Pappalardo, è impresso come sigillo indelebile che lo porta alle lacrime: “Noi artisti siamo bambini, abbiamo bisogno di coccole. Quel giorno seppi che mio padre, che aveva 69 anni e dopo un anno se ne andò, era fiero di me. È la cosa più bella che mi sia capitata“.

Il drammatico incidente

Adriano Pappalardo ha la passione per il volo, e ama fare parapendio.

Un amore profondo quanto quello per la musica, che lo ha visto protagonista di un drammatico incidente.

Un giorno nel 2016, io andai a volare. Quel giorno non ero felice come al solito, ero molto nervoso. Mentre stavo per atterrare, un’ala andò sottovento e io stavo a 7 metri. Mi spezzai 3 costole, un piccolo ematoma nel cervello, mi spezzai il malleolo. Sono miracolato“. Secondo il cantante, a proteggerlo sarebbe stata sua madre, di cui quel giorno ricorreva l’anniversario di morte.