Cronaca

Meteo: niente giorni della Merla, l’anticiclone alza le temperature

L'ultima settimana di gennaio inizia all'insegna di pioggia e neve, ma durerà poco: l'alta pressione è pronta a tornare ed annullare i giorni della Merla
Brina d'inverno

Le previsioni per l’ultima settimana di gennaio suonano la stessa musica sentita per tutto il primo mese dell’anno. Una nuova perturbazione proverà a cambiare il repertorio, ma l’Italia sarà ancora una volta invasa dall’anticiclone, che cancellerà dal calendario i cosiddetti giorni della Merla.

La settimana inizia con una perturbazione

Il canovaccio visto nel corso del mese è destinato a ripetersi. Leggere perturbazioni, qualche sprazzo di maltempo e poi di nuovo nella morsa dell’alta pressione, che porterà con sé effetti meteorologici ormai imparati a memoria, come una filastrocca: stabilità, nebbia fitta e aumento del tasso di smog.


Stando alle previsioni degli esperti del Meteo.it, a provare a scuotere un po’ le cose ci proverà una nuova perturbazione: è attesa tra lunedì 27 e martedì 28 e investirà le regioni del Nord-Ovest e parte della Toscana settentrionale. Attese piogge, ma anche neve vicini ai 1000 metri di quota.

Il maltempo si allarga da martedì

Questa stessa perturbazione allargherà il suo territorio di interesse da martedì 28, espandendosi al levante ligure (previsti temporali) fino all’alto Veneto e il Friuli. Attesa pioggia anche in Umbria, Lazio, Calabria tirrenica e parte della Sardegna.

Previste inoltre nevicate sui rilievi alpini e prealpini: per gli esperti la neve cadrà anche a quote “relativamente basse“.
Gli effetti della perturbazione tuttavia saranno contenuti dal parziale ritorno dell’alta pressione, che da mercoledì tornerà a farsi sentire con decisione.

Torna l’alta pressione: niente giorni della Merla

Tradizionalmente, il 29 gennaio è il giorno in cui il pungente freddo dell’inverno inizia a farsi sentire con decisione: i giorni della Merla, appunto. Non per quest’anno, tuttavia.

Gli esperti de IlMeteo.it hanno previsto proprio per mercoledì il ritorno dell’alta pressione, il cui baricentro si riposizionerà sull’Italia spingendo verso nord la perturbazione nord-atlantica.


Per il nostro Paese, significa un ritorno alla stabilità e temperature in aumento, pur con qualche “spiffero umido” sul versante tirrenico.
Quella che viene definita come una “gabbia anticiclonica”, sembra destinata a perdurare anche per giovedì e venerdì, quando vengono riportate giornate soleggiate e ancora temperature più alte della norma, che contrasteranno la reputazione di “giorni più freddi dell’anno”.

Per sapere se anche febbraio inizierà sotto il segno dell’alta pressione, bisogna attendere le previsioni nel corso della settimana.

Potrebbe interessarti