Emanuele Arcamone

La storia di Emanuele Arcamone è tristemente comune a molte altre: nel 2013 questo giovane studente di 23 anni è sparito nel nulla. Inutili i tentativi di cercarlo a Ischia, dove risiede la famiglia: da 7 anni non si sa più nulla di lui. Sulla pagina Facebook creata per cercarlo, tuttavia, è apparso un messaggio shock, che getta nello sconforto la famiglia di Emanuele.

Emanuele, sparito l’8 maggio 2013

7 anni senza nessuna notizia. Tanto è passato da quando Franco Arcamone ha visto per l’ultima volta il figlio Emanuele. Studente di ingegneria meccanica all’università Federico II di Napoli, l’allora 23enne Emanuele era tornato sull’isola di Ischia, a casa della famiglia.

Il primo dettaglio strano è che ciò avvenne di mercoledì e non nel consueto weekend. Il pomeriggio dell’8 maggio uscì di casa lasciando telefono e portafoglio. Il padre Franco raccontò di averlo incrociato a piedi sulla strada per Casamicciola Terme. Aveva uno sguardo strano, secondo il padre.

Esclusa l’ipotesi del suicidio

Da allora, più nessuna notizia di Emanuele Arcamone. Le indagini hanno passato al setaccio l’intera isola di Ischia e fu esclusa l’ipotesi del suicidio, quantomeno nei territori dell’isola. Le cronache degli anni riportano che una donna l’avrebbe visto comprare un biglietto del traghetto.

Un amico invece che l’avrebbe incrociato a Milano, ma questo non si sarebbe fermato.
Da 7 anni quindi la famiglia Arcamone vive un misto di rassegnazione e speranza, tenuta viva da una pagina Facebook per cercare il figlio Emanuele. Proprio su questa è apparso un commento che ha destabilizzato la famiglia.

Il messaggio shock alla famiglia Arcamone

Nei giorni scorsi, sulla pagina Facebook “Aiutateci a trovare Emanuele Arcamone” è apparso un messaggio terrificante. “Il caso è risolto – si legge – Oggi alle 13 mi sono consegnato al commissariato di polizia di via Medina a Napoli per l’omicidio di Emanuele Arcamone“.

Nel messaggio viene indicato il presunto luogo di sepoltura, ma anche dettaglio shockanti e raccapriccianti. L’uomo è già conosciuto: era apparso nel programma Chi l’ha visto?, ma ogni sua dichiarazione è sempre stata ritenuta delirante. Resta però un messaggio di tremendo cattivo gusto.

Commento nel gruppo di Emanuele Arcamone
Commento nel gruppo di Emanuele Arcamone

La reazione del padre di Emanuele

Nel post viene pesantemente insultati anche il padre di Emanuele, Franco. Lo stesso, dalla medesima pagina Facebook ha ribattuto: “Questa persona , spietata e senza cuore a noi sconosciuta, oltre al dolore per la perdita di un figlio, oltre al fallimento di non essere riuscito a ritrovarlo, si prende gioco di noi che solo il BUON DIO sa come siamo riusciti a trascinarci avanti fino ad oggi, carichi di avvilente solitudine e disperazione.”
Continua poi: “Sono quasi 7 anni che Emanuele non è più con noi, siamo rimasti schiacciati da questa storia, non ne siamo venuti a capo.


Non si ci può prendere gioco di genitori che hanno avuto una simile, cosi grande disgrazia
.”

Post del padre Franco Arcamone
Post del padre Franco Arcamone

Una parentesi tristissima in una già di per sé tragica vicenda.

Emanuele è scomparso da 7 anni e di lui non si hanno notizie, se non deliranti e desolanti insulti in un commento Facebook.