il cucciolo di Logan

Joe Kavaluskis ha sempre amato sorprendere i suoi figli. Tuttavia per tanti anni non ha mai potuto esaudire il desiderio del piccolo Logan, adottare un cucciolo. Per questo il suo ultimo desiderio è stato quello di regalare al figlio un cane, che lo avrebbe aiutato nel dramma del lutto.

Joe infatti era malato da tempo e quando ha saputo di non avere più speranze ha organizzato la straordinaria sorpresa per Logan nei minimi dettagli. Con la complicità della moglie Melanie e di suo cugino, il papà ha predisposto l’arrivo di Indy, un cucciolo di Boston Terrier incrociato con un Bulldog francese.

L’ultima sorpresa di Joe

Negli ultimi 9 anni Joe non ha fatto altro che lottare contro il cancro, riuscendo sempre a “distrarre” la sua meravigliosa famiglia dal dolore delle conseguenze della malattia. Joe organizzava gite, serate e trascorreva quato più tempo possibile con i suoi figli. Descritto da tutti come un padre straordinario, questo signore del Michigan non aveva che un rimorso: non aver mai potuto adottare un cucciolo, desiderio del piccolo Logan da quando aveva 3 anni, a causa delle sue allergie.

Così, quando i medici gli hanno comunicato che non c’era più nulla da fare. Ha quindi strappato una promessa alla moglie Melanie. “Mi ha detto: “Promettimi solo che quando non ci sarò più, prenderai un cucciolo a Logan, il prima possibile perché gli porterà molto conforto“, come riportato su InsideEdition.com.

L’arrivo del cucciolo

Così, alcuni giorno dopo l’8 gennaio, giorno della morte di Joe, in occasione del compleanno di Logan, Melanie ha chiesto al figlio di accompagnarla a prendere un cucciolo per suo cugino. Durante il viaggio in macchina il cugino della mamma ha chiesto al 13enne di tenere in braccio il cagnolino.

Solo allora è stata rivelata al bimbo la verità: quel cucciolo è suo. La reazione è stata tenerissima.

Ci siamo fermati in modo che potessi tenerlo in braccio per il resto della strada verso casa” racconta Logan. “E quanto mio cugino mi ha dato in braccio il cane mi ha detto: “Questo è di tuo padre; questo è tuo“.