Il mondo della lirica piange Mirella Freni, grande soprano conosciuto in tutto il mondo.

Addio a Mirella Freni

Mirella Freni è stata una delle più importanti cantanti liriche italiane, bambina prodigio, ha raggiunto il successo negli anni ’60 e da allora è diventata una star mondiale.

Si è spenta a ridosso del suo 85° compleanno, che sarebbe caduto il prossimo 27 febbraio, a seguito di una lunga malattia, circodata dagli affetti.

Una bambina prodigio

Nata a Modena il 27 febbraio 1927, la sua carriera inizia quando era bambina. A 10 anni si è esibita per la prima volta, partecipando ad un concorso indetto dalla RAI, cantando il brano tratto dal Madama Buttrerfly, Un bel dì vedremo.

A lasciare il segno nella sua formazione musicale è stato lo zio, che per primo le insegnò a leggere le note. Sempre negli anni della giovinezza, Mirella Freni ha incontrato Beniamino Gigli che, dopo aver ascoltato una sua audizione, le ha consigliato di dedicarsi alla musica.

La carriera musicale

Mirella Freni aveva una capacità naturale, un vero e proprio dono, a calarsi nella parte. Sono stati tanti i ruoli interpretati dal soprano.

Dalla Carmen, con la quale ha debuttato nel 1955 a Modena nelle vesti di Micaela. Mimì, Susanna, Zerlina, Nanetta a Londra.

Nel 1962 Mirella Freni ha debuttato al teatro la Scala di Milano con il Falstaff. La sua carriera non finisce qui, anche La Bohème, Otello, Don Carlo, Aida, la Tosca…

Grande amica di Pavarotti

Modena ha dato i natali anche ad un’altra star della lirica mondiale; Luciano Pavarotti. I due erano grandi amici, alla morte di Luciano nel 2007, in poche parole Mirella Freni consegnò il dolore al mondo: “Ho perso un fratello”.