Vigili al lavoro dopo la tempesta Ciara

Anche l’Italia si ritrova a dover fare i conti con la tempesta Ciara, che sta flagellando gran parte del continente. Tra ieri e oggi sono numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco per alberi abbattuti e altri disagi. Il forte vento ha provocato anche vittime in altri Paesi.

La tempesta Ciara devasta l’Europa

Gli esperti del meteo ne temevano gli effetti e a ragione: negli ultimi giorni l’Europa sta facendo i conti con una fortissima perturbazione, una di quelle talmente grandi da avere anche un nome proprio. La tempesta Ciara ha iniziato ad abbattersi sul Regno Unito, per poi spostarsi verso il centro del continente.

Il suo passaggio è caratterizzato da venti forti, oltre 150 km/h, brusco calo delle temperature e neve a bassa quota.
Tra i paesi più colpiti c’è anche la Germania, dove una gru si è abbattuta sulla cattedrale nella città di Colonia. Chiusa anche la Tour Eiffel in Francia. In tutto, le fonti riportano finora 6 morti in vari Paesi d’Europa.

Una vittima anche in Italia

La tempesta Ciara è arrivata anche in Italia. Di pochi istanti fa la notizia, riportata da Ansa, che una donna sarebbe morta a Traona in provincia di Sondrio.

Secondo l’agenzia, la sfortunata vittima è stata travolta da dei pezzi di tetto spazzati via dal forte vento.

Il tweet dei Vigili del Fuoco
Il tweet dei Vigili del Fuoco

Oltre a questa vittima, sono riportate anche numerose altre zone in cui la tempesta Ciara sta provocando parecchi danni.
In Valle d’Aosta per esempio si registrano alberi abbattuti che hanno costretto a chiudere nottetempo la regionale per Cogne. Stessa situazione riportata anche nei comuni di Pré-Saint-Didier, Nus e Gressan. Nella località di Courmayeur, il forte vento ha anche provocato danni a strutture leggere.

Sulle Alpi, soffierebbero venti fino a 200 km/h.

Gli interventi dei Vigili del Fuoco

Le regioni del Nord non sono le uniche colpite dalla tempesta: danni sono riportati anche in Emilia-Romagna, nelle Marche, nel Lazio e in Campania. In tutti i casi, si tratta di forti raffiche che hanno spinto a chiudere parchi cittadini e ad altre misure eccezionali. In Liguria, sarebbe stato rimandato il varo di un nuovo viadotto sul Polcevera a causa del forte vento.

Guarda il video