persone camminano a Haiti

Un incendio sarebbe divampato in un orfanotrofio gestito da un’associazione religiosa no profit a Kenscoff, Port-au-Prince, uccidendo 13 bambini. A confermarlo gli operatori sanitari, che hanno testimoniato il terribile evento, come riporta Time.

Haiti, va a fuoco un orfanotrofio: 13 vittime

L’incendio sarebbe divampato nella serata di giovedì e, come riportano i testimoni, i Vigili del Fuoco avrebbero impiegato quasi 2 ore ad arrivare. Sarebbero mancate inoltre le ambulanze e quanto necessario per prestare i primi soccorsi.

La morte dei bambini, maschi e femmine, è stata confermata da alcuni testimoni oculari.

Gli assistenti della struttura hanno dichiarato che l’orfanotrofio da alcuni giorni usava candele per la mancanza di elettricità a causa di problemi al generatore.

I dubbi sull’associazione no profit

È il New York Times a mettere in dubbio il modo in cui la Church of Bible Understanding (Chiesa della Comprensione biblica), associazione evangelica della Pennsylvania, gestisce le sue case per bambini abbandonati.

Il prestigioso quotidiano riporta delle ispezioni fatte dall’Associated Press, che ha visitato due di queste strutture. Le autorità haitiane avevano segnalato l’associazione nel 2012 per le case sovraffollate, in gravi condizioni igieniche e con poco personale preparato.

I giornalisti avevano confermato le disastrose circostanze in cui i bambini vivevano.