francesca dallapé

Rincasando Francesca Dallapé, tuffatrice olimpica, si imbattuta in una coppia di ladri mentre le svaligiavano casa. Lo spavento al rientro, con la figlia piccola, poi la fuga.

La tuffatrice ha riportato alcune ferite e contusioni, un grosso spavento soprattutto per la figlia piccola che era con lei in quegli istanti orribili. I malfattori sono riusciti a portare via, tra i beni trafugati, anche il cofanetto con le medaglie della campionessa.

Il racconto di Francesca Dallapé

Tutto è accaduto venerdì sera, al rientro nella sua casa di Trento. Francesca Dallapé ha scorto all’interno dell’abitazione due figure indistinguibili nel buio, si è trattato di due ladri colti in fragrante mentre le svaligiavano casa.

Spaventata, perché in compagnia della figlioletta Ludovica, si è data immediatamente alla fuga e lo stesso hanno fatto i ladri.

Sono stati attimi bruttissimi” rievoca la Dallapé come riportato dal Corriere. “Verso le ore 20.15 di ieri sono entrata a casa, avevo Ludovica in braccio e quando ho aperto la porta ho visto due persone, due figure nere. Mi sono messa a correre, sono scappata via, ho perso l’equilibrio e sono caduta.

Per proteggere la bambina mi sono buttata sul lato destro e ho riportato contusioni a ginocchio e spalla. Ludovica fortunatamente non ha riportato nulla“. Avendo la bambina in braccio, ha dichiarato la sportiva, la paura “devastante” si è trasformata in forza. La Dallapé si augura che le contusioni riportate non incidano sulla sua carriera.

Le medaglie rubate

Del furto se ne stanno occupando le autorità competenti. Nel bottino che i ladri sono riusciti a portare via anche le medaglie vinte dalla tuffatrice, 11 in tutto: 8 europee, 2 mondiali e l’argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, conquistato al fianco di Tania Cagnotto.

Adesso è tutto in mano alla polizia, so che qualche medaglia è stata ritrovata ma non so quali” ha detto in fine Francesca. “Quelle medaglie -ha precisato la Dallapé- non hanno alcun valore economico, ma hanno un valore affettivo“. La tuffatrice che si è sentita violata nell’intimità, ha detto che è come se l’avessero portato via anni di dura fatica e lavoro. Pare infatti che parte della refurtiva sia stata ritrovata poco distante da casa. Intanto su Instagram la tuffatrice scrive: “L’importante è che sia io che Ludovia stiamo bene“.

Tuttavia resta lo spavento e il trauma.