animali domestici

Gli italiani amano gli animali e a confermarlo è una ricerca condotta dal Censis, secondo cui i cittadini tricolori occupano il secondo posto nella classifica europea per possesso di animali domestici. Sono infatti 32 milioni gli animali presenti nelle case della Penisola, con una media di 53,1 animali da compagnia ogni 100 abitanti; i più diffusi in assoluto sono gli uccelli (12,9 milioni), seguiti da gatti e cani (rispettivamente 7,5 e 7 milioni).

Avere un animale domestico fa bene a corpo e mente

Quello che forse molti non sanno è che avere un animale in casa fa bene alla salute: sia gli adulti sia i bambini, infatti, risentono positivamente della loro presenza e l’impegno che richiedono da parte nostra viene dunque ampiamente ripagato dai benefici che offrono.

Chi è molto stressato e possiede un animale domestico ha infatti l’occasione di distrarsi dalle preoccupazioni e dai pensieri negativi; e non è tutto, perché fare le coccole al proprio animale domestico stimola il rilascio di ossitocina nel corpo, un neurotrasmettitore noto come “ormone dell’amore” che favorisce i rapporti sociali. Nel caso dei bambini, invece, stare a contatto con un animale domestico è positivo perché insegna loro ad essere responsabili, motivo per cui è bene spingerli sin da subito a contribuire alla loro cura, anche con piccole azioni quotidiane.

Secondo una ricerca dell’American Heart Association, poi, chi possiede un animale è meno esposto ad alcuni fattori di rischio decisivi per le malattie cardiovascolari; nello specifico, i proprietari di cani (che solitamente fanno più movimento per portarli a spasso nel corso della giornata) hanno uno stile di vita più attivo e presentano un rischio minore di avere problemi di salute come pressione alta e sovrappeso.

gatti che mangiano

Come preservare la loro salute: alimentazione corretta e movimento

Naturalmente chi ha un animale in casa dovrà preoccuparsi anche del suo benessere, e a questo scopo dovrà fare particolare attenzione ad alcuni aspetti ben precisi.

Innanzitutto è bene porre la massima attenzione al cibo consumato giorno per giorno, sia per quanto riguarda la quantità che la qualità: per il primo aspetto bisogna sempre evitare il fai da te riguardo alle dosi e farsi consigliare quelle giuste da un veterinario di fiducia, mentre per il secondo è meglio optare per mangimi di qualità e fatti con ingredienti naturali (preferibilmente biologici); questi ultimi, infatti, riducono l’insorgenza di allergie e di patologie gravi e sono ormai reperibili anche online, andando sul sito di un negozio di animali come Robinson Pet Shop, per esempio.

Attenzione anche ai “premi” che si è soliti dare al proprio animale domestico: spesso infatti non si pensa che anche un semplice bocconcino potrebbe non essere adatto a lui e causare alcuni problemi; per eliminare ogni dubbio e limitare i danni, è necessario rivolgersi sempre al veterinario.

Un altro aspetto che viene spesso sottovalutato riguarda il loro stile di vita, che troppe volte risulta tutt’altro che attivo; nel caso dei cani non basta la classica passeggiatina quotidiana per far sì che restino in forma, bisogna ritagliarsi del tempo per recarsi nei parchi appositi e farli correre, evitando così il rischio sovrappeso; per quanto riguarda i gatti, è consigliabile farli giocare per un’ora al giorno circa, per stimolarli all’attività fisica.