rosanna lambertucci in primo piano

È stato uno spavento non da poco quello preso da Rosanna Lambertucci. La conduttrice, autrice e giornalista romana, come ha raccontato a La Vita in Diretta, il programma di Rai1 condotto da Lorella Cuccarini e Alberto Matano, è stata vittima di un tentativo di frode.

Il racconto di Rosanna Lambertucci

Erano le 9 del mattino – ha spiegato Rosanna Lambertucci durante l’intervista – Mi chiama un certo avvocato Valente, mai sentito in vita mia, al telefono di casa e mi dice che mia figlia Angelica mi sta cercando urgentemente. Dopo un po’ mi squilla di nuovo il telefono, stavolta è il Consolato d’Italia in Brasile, dove era mia figlia.

Mi dice che mia figlia è in stato di fermo perché ha preso un’auto a noleggio, senza patente perché scaduta, e qui le leggi sono molto severe”.

Mi dicono che è stata arrestata – continua la Lambertucci – E a me è preso un colpo”. L’uomo al telefono quindi diventa insistente, dicendo che “bisogna agire immediatamente, che c’è una multa da pagare all’Agenzia delle Entrate da 1.400 euro più 1.800 euro di non so cosa, e io ero disponibilissima a pagare ma non sapevo come”.

Sono truffe molto diffuse, fate attenzione

A questo punto Rosanna, con il suo cellulare, decide di chiamare suo genero per capire meglio la situazione. “Lì era notte, lui mi risponde subito, io gli dico ‘Claudio ma Angelica? Mi hanno detto che è in stato di fermo’ ma lui mi dice ‘ma no, Angelica dorme qui accanto a me’. Mentre parlavo con lui mi ha richiamato l’avvocato Valente, che appena realizza di essere stato scoperto riaggancia”.

Ho capito che sono diffusissime queste cose – conclude Rosanna Lambertucci – Ed è per questo che lo sto raccontando.

Fate attenzione“.

Il racconto della figlia Angelica

Sua figlia Angelica Amodei invece, ospite in studio, ha raccontato gli attimi concitati durante la telefonata della madre e ha detto che probabilmente il tentativo truffa è scattato dopo che lei ha pubblicato sui social una fotografia dal Brasile. “Sono stati scientifici – ha detto la figlia Angelica – Nel telefonare a mia madre mentre da noi era notte e io, infatti, avevo il telefono spento. Per fortuna era acceso il telefono di mio marito“.