Chef Gordon e la sua carbonara

Il re dei programmi a tema culinario e chef stellato, Gordon Ramsay, ha postato sui suoi profili social un video di quella che lui chiama “The most amazing carbonara. Può essere pericoloso postare sui social la propria versione di un piatto così tipico italiano, infatti, i commenti non si sono fatti attendere. 

La carbonara di chef Gordon

Il video, che ha suscitato tanto clamore tra gli utenti italiani e non solo, è l’ultimo video postato dal celebre chef britannico Gordon Ramsay. Nel video in questione, pubblicato su tutti i suoi profili social, si vede preparare e servire un piatto di carbonara.

Nel post lo chef tagga uno dei suoi tanti ristorante l’Union Street Cafè.

Tante sono le piccole differenze con il classico piatto romano che indignano il web. Il colore del piatto tende troppo all’arancione, l’uovo sembra troppo liquido, c’è il dubbio che la carne sia bacon e non guanciale e manca la spolverata finale di pecorino. La carbonara è uno di quei piatti da sempre nel cuore degli italiani, e vederne una versione così differente dall’originale, preparata da uno degli chef più famosi a livello mondiale, fa male.

  

View this post on Instagram

The most amazing carbonara…. @unionstcafe !!

A post shared by Gordon Ramsay (@gordongram) on

Rivolta sul web

I commenti e le critiche non si fanno attendere. Molti rispondono indignati su Facebook, Twitter e Instagram. Su Instagram possiamo leggere frasi come: “A Gordon o hai messo 12 uova oppure c’hai messo la panna…se è la seconda te dovrebbero levà le padelle”; oppure c’è chi invita lo chef nella capitale per imparare i segreti della vera carbonara: “Gordon, credo tu debba venire in Italia qualche giorno e imparare come si fa la carbonara”. Troviamo però qualche utente meno intransigente che si limita ad etichettarla come “British carbonara”.

 

Sembra che i panni si siano invertiti: per una volta è lo chef Ramsay, che da anni vediamo giudicare i piatti di aspiranti stelle della cucina, ad essere giudicato. Eppure avrebbe dovuto saperlo, la carbonara non si tocca.