Samantha De Grenet a Verissimo

Samantha De Grenet è ospite di Verissimo per raccontare un delicatissimo capitolo della sua vita. La conduttrice davanti all’amica e conduttrice del programma Silvia Toffanin spiega come abbia dovuto affrontare un periodo buio, quando ha scoperto di avere un tumore al seno. La De Grenet racconta per la prima volta in tv questo difficile momento.

Il racconto di Samantha De Grenet

Per Samantha De Grenet non è stato un periodo facile. La conduttrice televisiva ha infatti dovuto subire un intervento al seno dopo aver scoperto di avere un tumore. A Verissimo, ospite di Silvia Toffanin, la De Grenet racconta il periodo più buio della sua vita, dal quale però è riuscita fortunatamente ad uscire grazie all’intervento dei medici e all’affetto della famiglia e degli amici.

La sua storia inizia da una vacanza in barca: “Io ero a farmi un week-end con mio marito e i miei amici. Giornata bella, eravamo in barca, io ero sdraiata a prendere il sole. In quel momento sento qualcosa sul mio seno che non andava, perché era qualcosa di insolito. Io ho sempre fatto prevenzione e sono qui oggi anche per dire che è importante fare prevenzione.

Ero con la mia amica Natasha e le ho detto di toccare il seno, avevo come un nocciolo“.

La scoperta della terribile notizia

La conduttrice prosegue il suo racconto: “Decido subito di andare a fare una visita, una mammografia. Prendo il mio motorino e vado, senza pensare minimamente che sarebbe potuto esserci qualcosa che non va. Alla mammografia vedo che la mia dottoressa era abbastanza silenziosa. Mi trasferiscono in un’altra stanza, mi fanno l’ecografia e senza troppi giri di parole la dottoressa mi ha detto: ‘Samantha, tu hai un tumore e ti devi operare subito’.

In quel momento ho preso un cazzottone fortissimo in faccia. Esco dallo studio, mi metto sul motorino e comincio a piangere come una disperata perché il mio pensiero era mio figlio. Chiamo poi mio marito e gli dico di venire subito a casa che gli dovevo parlare. È stata una botta anche per lui, poi il problema era dirlo anche agli amici più stretti. E poi mio figlio: l’ho tenuto all’oscuro finchè ho potuto, così come i miei genitori.

Io quando ho qualcosa che non va cerco di prima di sistemare la cosa e poi la dico: ecco perché oggi sono qui, perché è passata. Sennò non ce l’avrei fatta a raccontare bene questa cosa“.

A mio figlio non potevo dirlo

La notizia è arrivata per Samantha De Grenet come un fulmine a ciel sereno, ma non si è abbattuta e si è subito attivata per cercare il medico che avrebbe dovuto coordinare la delicata operazione: “Ho iniziato ad organizzare l’operazione e a cercare il medico. Il medico è arrivato nella mia vita per caso. La mia senologa mi ha detto che una volta al mese da loro veniva un professore, una persona splendida.

Il dottore sarebbe arrivato il giorno dopo, quindi grazie alla mia senologa l’ho potuto vedere e lo definisco il mio ‘dottore delle favole’. Una persona che guardandola negli occhi ti dà serenità”. Ma una delle più grandi preoccupazione della conduttrice era quella di tenere il figlio Brando all’oscuro di tutto:“Io a mio figlio non potevo dirlo. Dovevo fare una vacanza con lui, siamo partiti per la Sardegna. Ma mi sono inventata che dovevo partire per lavoro invece dovevo fare l’operazione, quindi abbiamo avuto una delusione da parte sua.

La sera prima dell’operazione ho deciso di fare una cena a casa per prendere da loro tutta l’energia più bella e positiva: avevo bisogno di quel bagno d’amore“.

La guarigione

Samantha De Grenet oggi sta bene, è ufficialmente guarita e la grave malattia è stata debellata, come spiega la diretta interessata: “Oggi sto bene. Loro mi definiscono una paziente guarita. Sicuramente c’è tutta una parte importante che è la parte psicologica. Per quanto le persone ti vogliano bene e capiscano i tuoi problemi, solo chi ci è passato riesce veramente a comprendere“. Il focus del suo racconto si concentra poi sulla reazione del piccolo Brando alla scoperta della malattia della madre: “Lui è piccolo, a 12 anni, ma non è scemo.

Lui mi ha chiesto ‘Mamma, ma hai un tumore?’, e ha cominciato a piangere tantissimo, a disperarsi. Gli ho detto ‘No amore, devi stare tranquillo perché è la parola che fa paura, però è finita, non c’è niente, era una cosa piccolissima‘”.