di battista

Alessandro Di Battista sta tornando in Italia. Il leader di chi crede ancora nella vecchia guardia del MoVimento ha annunciato via social il ritorno a casa, proprio adesso che i 5 stelle hanno più bisogno di lui.

Di Battista in viaggio

Parlando sui social con una attivista dei 5 stelle il Dibba riassume il suo ultimo viaggio: “Ho fatto le esperienze che intendevo fare. Sono uscito dal palazzo perché non mi ha mai affascinato molto. Ho vissuto due anni intensi. Belli e tragici per vicende personali. Mi sono ricaricato e soprattutto ho studiato politica e politica internazionale.

Ho visto ancora una volta gli effetti nefasti del liberismo, del primato della finanza sulla politica, dell’Europa debole ed eticamente corrotta“. Riporta AdnKronos: “Io ho voglia di dare una mano. Non chiederò nessuna poltrona. Dirò la mia“.

Di Battista pronto a tornare per una nuova politica

Sto lavorando con un gruppo di persone valide a una proposta. Solo idee, progetti, proposte. Il nostro unico futuro è la terza via“, spiega ancora Di Battista. I suoi viaggi sono serviti ad approfondire la situazione: “Io, dopo due anni di approfondimenti vari, ho chiaro il percorso.

Va rafforzato lo Stato sociale. La parola nazionalizzazione deve tornare ad essere una parola bella”. E ancora: “Va costruito un multiculturalismo sempre più forte in politica estera. Vanno prese posizioni scomode anche se non convengono. Va costruita l’economia del servizio e non quella del possesso. Va fatta questa cazzo di legge sul conflitto di interessi. E occorre farla durissima. E’ il solo modo per debellare la corruzione del XXI secolo. Ovvero quella delle consulenza. Non delle mazzette”.