nave da crociera in mare

Via libera del Messico all’attracco della Msc Meraviglia a Cozumel: secondo quanto riportato dall’Ansa, le autorità avrebbero concesso l’ok all’ingresso della nave da crociera dopo l’accertamento dell’assenza di casi di Coronavirus a bordo. Nella notte, proteste di alcuni cittadini contro la decisione.

Il Messico autorizza l’attracco della nave Meraviglia

L’autorizzazione di attracco alla Msc Meraviglia sarebbe arrivata dalle autorità del Messico, dopo i primi controlli sulla eventuale presenza di casi di CoVid-19 a bord.o.

La nave italiana, con 4.580 passeggeri e 1.600 membri d’equipaggio, dovrebbe approdare a Cozumel nel primo pomeriggio. Al momento, riporta Ansa, le operazioni di attracco sarebbero rese impossibili dalle condizioni meteo proibitive (si parla di vento a circa 35-40 nodi).

Arrivata al largo della costa occidentale il 26 febbraio scorso, Msc Meraviglia sarebbe attualmente in rada vicino alla stazione piloti, stando ad Adnkronos, in attesa che si possa procedere in condizioni di sicurezza.

Proteste al molo di Cozumel

Alcuni cittadini, come riporta Ansa che cita El Diario, si sarebbero radunati sul molo dell’isola messicana di Cozumel per protestare contro l’autorizzazione all’attracco della Msc Meraviglia.

Poco prima, le autorità di Giamaica e isole Cayman avevano impedito l’accesso alla nave da crociera per il timore che a bordo vi fossero casi di Coronavirus.

La compagnia avrebbe assicurato l’assenza di contagi e l’operazione di attracco dovrebbe concludersi entro le ore 14. Il sindaco di Cozumel ha annunciato che a bordo salirà un’equipe di ispettori sanitari.

Post sulle proteste contro Msc Meraviglia su Twitter
Post sulle proteste contro Msc Meraviglia su Twitter

Nessun caso di Coronavirus è stato segnalato a bordo di Msc Meraviglia o di qualsiasi altra nave della flotta di Msc Crociere“. Così in una nota, riportata dall’agenzia di stampa, la compagnia aveva espresso rammarico per il divieto imposto dalle autorità giamaicane e da quelle di Grand Cayman “senza nemmeno rivedere le cartelle cliniche fornite dalla nave“.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus in Italia: il bilancio di vittime e contagi

Coronavirus: lo sfogo della figlia di una vittima italiana