carcere

Una violenta rivolta dei detenuti sta interessando in questi momenti il carcere Sant’Anna di Modena. Circa un centinaio le persone coinvolte, sul posto le forze dell’ordine.

Rivolta in carcere a Modena

La situazione è stata definita molto critica. La rabbia dei detenuti è esplosa a seguito della questione prevenzione da Coronavirus. Secondo quanto si apprende, circa un centinaio di detenuti hanno lasciato le loro sezioni, per raggiungere il tetto e altri spazi.

Il post del sindacato di polizia penitenziaria

Secondo quanto riferisce Il Resto del Carlino, alcuni dei protagonisti della rivolta hanno appiccato un incendio e tentato la fuga.

Guarda il video:

Rivolte anche a Frosinone e Salerno

Tensioni anche a Frosinone dove, anche qui, un gruppo di detenuti è uscito dalle sezioni arrivando a salire sul tetto. A scatenare la rivolta è la paura dei contagi da Coronavirus.

Nel carcere di Frosinone non si contano comunque casi di evasione. A Salerno invece si sono registrati momenti di tensione nella giornata di sabato. Ad essere interessato è stato il carcere Fuorni; la rivolta è scoppiata a seguito dell’annuncio della sospensione dei colloqui, al fine di ridurre il rischio dei contagi.

Garantire contatti detenuti-famigliari

Sulla questione è intervenuta anche Associazione Antigone che, a seguito di quanto accaduto nelle ultime ore, chiede ai direttori delle carceri di rispettare il diritto dei detenuti ad avere contatti con i propri famigliari.

Il post di associazione antigone

Approfondisci:

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus, Lombardia in isolamento: fuga da Milano dopo la diffusione della bozza

Coronavirus, governatori del Sud contro l’esodo dalle zone rosse. Isolamento per chi torna