albero azzurro

Nel suo trentesimo anno di età, L’Albero Azzurro torna su Rai 2 e Rai Yoyo con l’edizione del 2020 per intrattenere grandi e piccini in compagnia di Dodò e dei suoi amici.

Il ritorno de L’Albero Azzurro in televisione

Uno dei programmi per bambini più amati e seguiti da diverse generazioni, L’Albero Azzurro quest’anno celebra i 30 anni dalla sua prima puntata registrata negli studi Rai di Torino, andata in onda il 21 maggio 1990 su Rai 1. Nell’edizione del 2020 non mancheranno le avventure di Dodò e i suoi amici, Laura Carusino, Andrea Beltramo, la zanzarina Zarina e il leoncino Ruggero.

Per L’Albero Azzurro la Rai ha previsto una fascia oraria mattutina ed una pomeridiana: alle 7.30 su Rai 2 e alle 16.20 su Rai Yoyo. Nel caso in cui le due fasce orarie scelte da Rai non bastassero, si potrà prendere visione di tutte le puntate su Rai Play. Ampio spazio dato allo storico programma Rai, teoricamente dedicato a una fascia d’età che va dai 4 ai 7 anni, ma che in realtà ha conquistato bambini e ragazzi di ogni età grazie alla sua coinvolgente allegria.

Il significato nascosto dei personaggi de L’Albero Azzurro

Dodò è un uccellino che non sa volare, ma questo non limita la sua vena artistica e la sua curiosità. I suoi amici sono Zarina, una zanzara che con i suoi modi saccenti tenta di spronare l’amico Dodò, e Ruggero, un tenero cuor di leone dall’animo avventuriero. Le diverse tipologie di personaggi e il ruolo guida dalle sfumature genitoriali dei due conduttori rivelano la natura educativa del programma: Dodò non si lascia frenare dagli ostacoli e anzi ne fa strumento per alimentare la sua voglia di conoscenza e di confronto con il mondo esterno, il tutto attraverso il rapporto con gli amici e con le figure di riferimento.

Il successo trentennale del programma è dovuto al suo approccio e alla sua filosofia, un modo divertente e intelligente di stimolare la curiosità dei piccoli insegnando grandi valori.