Flash mob balconi coronavirus

L’emergenza Coronavirus sta costringendo gli italiani a rimanere in casa, salvo i casi di estrema necessità più volte ribaditi dalle autorità e dai media. Per dimostrare che le persone non devono abbattersi ma affrontare con coraggio e compartecipazione questo momento così delicato, sono numerose le iniziative di svago verificatesi quest’oggi in tutta Italia. Da Milano a Salerno, ecco tutti i momenti in cui le persone si sono riunite sui balconi per cantare tutti insieme.

“Canta che ti passa”: Milano reagisce

L’Italia ha risposto presente ad alcune iniziative, programmate o assolutamente spontanee, svoltesi oggi pomeriggio nel nostro Paese.

Serve, specie in questo momento così delicato, affrontare con uno spirito positivo la grave crisi sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus. I social possono essere il perfetto veicolo di iniziative e momenti di unione fra le persone, distanti fisicamente ma virtualmente vicine. L’hashtag #iorestoacasa sta spopolando sul web e mai quanto adesso è necessario condividere momenti di socialità, per quanto possibile. L’ultimo caso vede coinvolta la città di Milano: oggi pomeriggio, alle 18:00, moltissime persone si sono date appuntamento per il flash mob “Canta che ti passa”.

Numerosi milanesi si sono radunati sui rispettivi balconi di casa per cantare insieme brani del repertorio nazionale, compreso l’Inno di Mameli. Se le vie della città sono tuttora deserte a causa del Coronavirus, ci hanno pensato i cittadini a rallegrare l’atmosfera direttamente dalle loro abitazioni.

L’Italia risponde presente: tutti cantano insieme

Ma non solo Milano ha risposto cantando ad un’emergenza sanitaria quanto mai critica. Anche a Salerno, infatti, ha avuto luogo un flash mob che ha visto coinvolti i residenti di un intero condominio. Tutti radunati sui propri balconi hanno dato vita a un concerto corale, con l’Inno di Mameli che anche in questo caso l’ha fatta da padrona.

Ma anche in altre città italiane le persone si sono radunate per cantare tutte insieme, da Roma a Napoli.  La paura per il Covid-19 è tangibile: per questo motivo iniziative canore, musicali e artistiche corali sono in questo momento strettamente necessarie. Siamo di fronte ad evidenti difficoltà ma queste manifestazioni, che siano programmate o spontanee, possono risultare utili per migliorare l’umore e dimostrarsi uniti. Perché, adesso più che mai, bisogna rimanere uniti.