carabinieri

Una notte di orrore a Roma, dove un 20enne ha ucciso la madre con un coltello da cucina, fino a decapitarla. Il gesto sarebbe dovuto a una lite che ha spinto il 20enne, il quale sarebbe stato preda di un precario stato psichico, ad aggredire la donna di circa 50 anni.

Roma, uccide la madre e la decapita

La tragedia si è consumata nel quartiere Laurentino, in via James Joyce. In casa era presente anche la sorella del 20enne, che avrebbe tentato di fermarlo. La giovane è poi scappata dai vicini che hanno avvertito le forze dell’ordine.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia Roma Eur che hanno arrestato il 20enne, al momento detenuto a Regina Coeli.