ambulanza

Tragedia in provincia di Enna, dove un bimbo di 18 mesi è morto soffocato da una pallina ingoiata accidentalmente. Il dramma si è consumato nella serata del 23 marzo scorso, dopo una disperata corsa in ospedale.

Bimbo ingoia una pallina e muore soffocato

Dramma a Pietraperzia, comune siciliano in provincia di Enna dove un bambino di 18 mesi, secondo le cronache locali e l’agenzia Ansa, ha perso la vita dopo aver ingoiato accidentalmente una pallina che lo avrebbe soffocato.

Secondo quanto riportato dall’Ansa, l’oggetto si sarebbe incastrato nella trachea restandovi attaccato mediante la ventosa di cui era dotato, finendo per non dargli scampo.

Le notizie sulla drammatica vicenda, che sarebbe avvenuta poco dopo le 22 del 23 marzo scorso, sono ancora molto frammentarie.

Inutile la corsa in ospedale

Il minore sarebbe stato immediatamente soccorso dai genitori e dopo l’incidente sarebbe stato subito trasferito all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta a bordo di un’ambulanza del 118. Il piccolo, però, sarebbe arrivato già privo di vita nella struttura sanitaria e tutti i tentativi di rianimazione si sarebbero rivelati vani.

Nel 2018 un altro drammatico caso, simile a quello registrato nelle ultime ore nel comune siciliano.

Un bimbo di un anno morì dopo aver ingoiato una pallina di gomma mentre giocava in casa a Momo, in provincia di Novara. Il primo ad accorgersi dell’accaduto fu il padre, il cui immediato soccorso non fu purtroppo utile a salvarlo dal terribile epilogo.

Nello stesso anno un’altra tragedia: un bimbo di 2 anni morì soffocato dopo aver ingerito un acino d’uva mentre si trovava a casa insieme ai genitori, in un comune in provincia di Taranto, Leporano. Anche per lui fu inutile l’immediata corsa in ospedale.