gianfranco d'angelo e barbara d'urso

In un’intervista rilasciata a Libero, Gianfranco D’Angelo ha ammesso di essersi pentito di essere andato ospite di Barbara D’Urso a Domenica Live due anni fa. Il comico, nello studio della conduttrice, aveva partecipato al dibattito sulle basse pensioni che diversi personaggi della televisione e dello spettacolo dichiarano di ricevere.

Gianfranco D’Angelo sull’emergenza Coronavirus

Gianfranco D’Angelo si racconta in un’intervista rilasciata a Libero, dall’emergenza Coronavirus a una spinosa questione legata a Barbara D’Urso. Attore, cabarettista, comico, nonché storico volto di Drive In, D’Angelo ha manifestato tutta la sua preoccupazione per l’attuale emergenza sanitaria che il nostro Paese sta attraversando.

Una crisi che ha colpito, inevitabilmente, anche il settore teatrale nel quale il comico lavora: “Dovevamo andare in scena il 24 marzo a Roma dopo essere stati a Torino. Ma è saltato tutto: Toscana, Calabria. I teatri chiudono a causa del virus“. Il focus dell’intervista si sposta poi su una spinosa questione legata a una sua passata partecipazione a Domenica Live. Il comico fu ospite del programma di Barbara D’Urso due anni fa. In quella puntata si parlò delle lamentele mosse da numerosi esponenti della televisione e dello spettacolo che, a loro giudizio, riceverebbero pensioni troppo basse.

Mi pento di essere andato da Barbara D’Urso

Al centro della “bufera” legata alle pensioni dei Vip anche lo stesso Gianfranco D’Angelo, che però racconta nell’intervista di non essersi realmente lamentato come si voleva far credere: “Non volevo lamentarmi. Mi pento di essere andato in televisione da Barbara D’Urso a parlare di questo argomento. Lavoro da 55 anni, ho sempre lavorato, e rispetto ad altre persone la pensione che prendo non è alta.

Mi hanno pregato di andare in tv, allora ci sono andato. Ma mi sono pentito, perché poi sono nati equivoci e gli opinionisti scatenano polemiche per fare ascolti“. Il comico ha poi dichiarato di aver subito numerose accuse per le sue affermazioni in tv: “Mi sono trovato in mezzo ad accuse assurde: che mi lamentavo, che ci sono persone che percepiscono il minimo. Lo so bene anche io. Dico che non posso godermi quello che ho costruito. E basta”.