volante dei carabinieri

Tra le tante storie di uomini, donne e famiglie che si addensano intorno all’emergenza Coronavirus c’è quella di un anziano di Sassuolo rimasto senza cibo in casa: i carabinieri gli hanno fatto la spesa, portando poi il suo caso all’attenzione dei servizi sociali.

Anziano solo in casa senza cibo

La notizia di un anziano rimasto solo in casa per giorni senza mangiare, durante l’emergenza Coronavirus, è stata raccontata dal quotidiano Il Resto del Carlino e da TgCom24 e restituisce una nitida istantanea dell’impegno costante e su più fronti con cui le forze dell’ordine gestiscono la situazione.

Secondo quanto emerso sulla vicenda, l’uomo, 83 anni, si sarebbe trovato in stato di indigenza e non avrebbe avuto modo di acquistare generi alimentari di prima necessità. Senza parenti che potessero aiutarlo, avrebbe chiamato i carabinieri che si sarebbero occupati di lui e gli avrebbero fatto la spesa, provvedendo immediatamente a fargli avere il necessario.

Il gesto dei carabinieri: la spesa per l’uomo

A intervenire in aiuto dell’anziano, impaurito anche dalla possibilità di contagio da Coronavirus, sarebbero stati i carabinieri di Sassuolo (Modena), che al Resto del Carlino avrebbero poi parlato della vicenda.

Gli abbiamo detto che ci saremmo accertati della situazione – avrebbe dichiarato al quotidiano uno dei militari –, poi ci siamo guardati negli occhi e abbiamo deciso insieme di andare nel supermercato più vicino. Quando ci ha visto tornare con la spesa tra le mani gli tremava la voce per la commozione. Quell’uomo sarebbe potuto essere mio nonno: siamo felici di averlo aiutato“.

Constatato lo stato di difficoltà in cui l’uomo versava, i carabinieri avrebbero anche provveduto ad allertare immediatamente i servizi sociali per l’attivazione dei protocolli di assistenza.

Approfondisci

Tutto sul Coronavirus

Coronavirus: cosa fare quando si esce di casa e cosa non è permesso

Coronavirus e pensioni: le parole di Tridico sui pagamenti