gel disinfettante

Sono milioni, o più probabilmente miliardi, i germi e i batteri che si annidano sugli oggetti e sulle superfici con cui veniamo a contatto ogni giorno. Oggi più che mai è importante ricordarsi di pulire e disinfettare tutto ciò con cui veniamo a contatto

Attenzione alla permanenza del virus Covid-19 sulle superfici

Il nemico che stiamo combattendo è nuovo e subdolo. Scienziati, ricercatori e virologi hanno ancora bisogno di tempo per determinare con esattezza tutte le caratteristiche del Covid-19. Quello di cui ora si è a conoscenza è che il virus riesce a sopravvivere sulle superfici mantenendo la sua carica virale.

Tutto ciò non lo rende invincibile, bastano delle piccole accortezze per ridurre il rischio di essere contagiati. Sulle FAQ (Frequently Asked Question) del sito del Ministero della Salute è difatti riportato: “L’utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone, per esempio disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% o a base di cloro all’0,5% (candeggina)”.

Come disinfettare

Non basta lavarsi le mani per ridurre al minimo il rischio di contagio.

Sono molti gli oggetti che portiamo quotidianamente con noi e che molto spesso ci scordiamo di disinfettare. Stiamo parlando di oggetti come lo smartphone, le chiavi, le cuffie, la borraccia, le pezzoline per gli occhiali e così via. Oggetti che dobbiamo disinfettare con disinfettanti a base di alcol o a base di cloro. Queste piccole accortezze però, non devono essere prese solo per via della pandemia che stiamo combattendo. Si tratta di accorgimenti che devono diventare un’abitudine quotidiana per la salvaguardia della nostra salute. 

Attenzione a borracce e chiavi di casa

Le borracce, che siamo abituati a portare con noi per combattere l’uso indiscriminato della plastica, dovrebbero essere riposte in lavastoviglie giornalmente per uccidere germi e batteri.

Le chiavi dovrebbero essere disinfettate quantomeno dopo essere state utilizzate per rientrare in casa, il momento in cui la densità di germi e batteri è maggiore. Le cuffie sono una calamità per germi e batteri: è necessario quindi disinfettarle usando spray antibatterico prima o dopo ogni utilizzo. Lo stesso si può dire dello smartphone, l’oggetto che più frequentemente e comunemente troviamo ad avere in mano.

Anche in questo caso è consigliato disinfettare l’apparecchio con spray antibatterici o con soluzioni a base di alcol e/o cloro diluite, per non rovinare i materiali con cui lo smartphone è costruito.  

Questi sono solo alcuni degli esempi più lampanti, ma è fortemente consigliabile mantenere questo genere di attenzione verso tutto ciò che siamo soliti manovrare.   

Approfondisci

TUTTO SUL CORONAVIRUS

Coronavirus, cosa si può fare e cosa no: le regole per evitare il contagio