attilio fontana a domenica in

A Domenica In fioccano i video-collegamenti con la padrona di casa, Mara Venier, da parte di esponenti della musica, dello spettacolo e della televisione. Impossibilitati a raggiungere lo studio del programma, gli ospiti della puntata di oggi raccontano i loro giorni di quarantena direttamente dalle loro abitazioni. Interviene anche il governatore Attilio Fontana, che fa il punto sulla situazione contagi in Lombardia con sprazzi di ottimismo, confortati dagli ultimi dati.

Il pensiero di Orietta Berti al personale sanitario

Tra in numerosi video-collegamenti a Domenica In nella puntata di oggi, figura anche quello di Orietta Berti, direttamente dalla sua abitazione a Reggio Emilia.

La cantante è intervenuta nel contenitore domenicale di Rai1 condotto da Mara Venier per raccontare le sue sensazioni sull’emergenza Coronavirus. Molta preoccupazione e un pensiero speciale all’apparato sanitario nazionale che in questi giorni sta compiendo qualcosa di eroico: “Sto bene ma ansiosa come tutti e non vedo l’ora di vedere la conferenza stampa delle 6 per sapere se i dati sono migliorati. Il mio pensiero va agli addetti ai lavori, dalla donna delle pulizie, ai primari degli ospedali“. La quarantena di Orietta Berti oscilla tra lavori domestici e la realizzazione di un progetto editoriale: “Non esco, faccio le pulizie di casa, preparo da mangiare e nel frattempo sto scrivendo un libro.

Adesso abbiamo la bozza e poi uscirà a settembre“.

La quarantena di Teo Teocoli

Anche Teo Teocoli ha voluto presenziare, anche se a distanza, alla puntata odierna di Domenica In. In collegamento da Varese, il comico ha spiegato dove si trova attualmente e come sta trascorrendo questi giorni di quarantena: “Sono a casa di mio suocero con mia moglie Elena. Perché è un posto isolato dove non si incontra gente, qui non esce nessuno.

Io faccio lavori manuali, zappo, pulisco, mi do da fare. Bisogna fare qualcosa, muoversi e partecipare in qualsiasi modo anche facendo della beneficenza“. Teocoli racconta di essere ancora lontano dalle figlie, che attualmente si trovano a Milano: “Io sono tranquillo ma purtroppo ho le 3 ragazze a Milano che non sono venute qui per evitare di infettare me e mio suocero“.

Coronavirus: cauto ottimismo per Attilio Fontana

In collegamento con Mara Venier da Milano anche il presidente della Lombardia Attilio Fontana.

Ieri il governatore ha festeggiato il compleanno e la conduttrice gli ha brevemente dedicato la canzoncina degli auguri. Fontana ha poi lanciato un messaggio di speranza, supportato da alcuni dati confortanti: “Oggi voglio dire che è il terzo giorno di fila in cui i numeri sono rimasti costanti. Non c’è più quella crescita che ci ha accompagnato nelle passate settimane. Quindi questo secondo gli epidemiologi dovrebbe preludere a una riduzione dei contagi. Non diciamolo ad alta voce perché sennò rischiamo di venir meno all’impegno che i lombardi ci stanno mettendo in questi giorni. Però io una speranza in più ce l’ho, una speranza confortata da numeri“.

Dovremmo essere molto vicini al picco

Alla domanda della conduttrice sulla possibilità che il picco del contagio possa essere vicino, Attilio Fontana esprime cautela, ma fiducia: “Non sono un esperto, ma dovremmo essere molto vicini al picco o dovremmo averlo già raggiunto. In questo periodo stiamo proseguendo senza un ulteriore innalzamento“. Sull’emergenza legata alla mancanza di materiale sanitario, fra tutti le mascherine, il governatore dichiara: “Stiamo cercando di distribuire le mascherine ma è chiaro che finché non ne abbiamo non possiamo darne ad altri, solo alle strutture sanitarie, ai medici di base e alle forze dell’ordine, a tutti quelli che ne hanno bisogno“.