roby facchinetti a domenica in

A Domenica In attraverso un video-collegamento interviene Roby Facchinetti, che racconta le sue sensazioni sull’attuale emergenza legata alla diffusione del coronavirus. Il cantante negli ultimi giorni è stato protagonista di una lodevole iniziativa. Ha infatti scritto una canzone, Rinascerò, rinascerai, dedicata alla città di Bergamo, una delle più colpite da questa crisi sanitaria.

Roby Facchinetti: commozione e speranza

Roby Facchinetti, ospite di Mara Venier in video-collegamento, ha raccontato: “Qui a Bergamo non si sta bene. Siamo terrorizzati, abbiamo perso parenti e amici. Famiglie intere che hanno perso il papà o la mamma.

Questo è più di una guerra, qui è trasversale perché questo terribile virus prende di mira tutti e non guarda in faccia a nessuno. Sono chiuso in casa perché non possiamo fare altro. Faccio il collaboratore domestico con mia moglie, la aiuto a fare i mestieri, collaboro in cucina“. Il pensiero va poi alla grave situazione legata alle persone contagiate dal virus che hanno perso la vita: “La maggior parte di questi malati parte con le ambulanze e i parenti li salutano senza sapere se li rivedranno“. Tra le lacrime, Roby Facchinetti fa riferimento ai camion militari che in questi giorni stanno trasportando le bare dei morti: “Quella fila interminabile di camion ha veramente sconvolto tutti, tra l’altro sono passati a 50 metri da casa mia.

Stare qui non è assolutamente facile“.

Siamo tutti sullo stesso barcone

Roby Facchinetti esamina l’attuale e gravissima crisi sanitaria che sta attanagliando l’Italia, lanciando un messaggio di speranza nonostante il difficile periodo: “I segnali sono tutti negativi, non si sa quando finirà. Ci vorrà veramente del tempo per elaborare quello che stiamo vivendo.

Sarà una strada molto lunga ma è anche vero che noi italiani abbiamo tante capacità e sono convintissimo che recupereremo tutto, anche le cose che stiamo perdendo. Siamo tutti sullo stesso barcone con il mare in tempesta, ma siamo tutti uguali“.

La canzone per Bergamo

In collegamento con Mara Venier e Roby Facchinetti si aggiunge anche Stefano D’Orazio. I due colleghi hanno scritto negli scorsi giorni una canzone dedicata alla città di Bergamo, una delle più martoriate dall’emergenza Covid-19 in Italia. Il titolo, emblematico e ispiratore di fiducia e speranza per il futuro, è Rinascerò, rinascerai.

La conduttrice manda in onda il video di questa canzone, i cui proventi saranno destinati all’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo. “Siamo nati per combattere la sorte ma ogni volta abbiamo sempre vinto noi“, recita un verso di questa canzone. “Questo è un senso di tornare a vivere. Quando usciremo dall’inferno, sicuramente da questa esperienza avremo imparato qualcosa“, ha commentato D’Orazio.