miniera di carbone vista dall'alto

In Colombia la domenica delle Palme si macchia di sangue, una violenta esplosione ha coinvolto una miniera di carbone nei pressi della Capitale, causando la morte e il ferimento di diversi minatori.

Esplosione in una miniera di carbone

Il dramma si è consumato in una rete di tre miniere di carbone situate a 90 km da Bogotà, nella frazione di Pueblo Viejo a Cucunubà. La deflagrazione è avvenuta nella tarda giornata di sabato ma solo oggi si apprende, tramite Radio Rcn, che a perdere la vita sono stati 11 minatori.

un tweet sulla tragedia

I deceduti facevano parte di una squadra di 14 persone, due di loro sono stati estratti dalle macerie incolumi, mentre un altro al momento risulta disperso.

La causa della deflagrazione

Al momento, stando a quanto riferito da Catalina Georghe, responsabile della Direzione della Sicurezza dell’Agenzia nazionale delle miniere, le ricerche sono in corso. La responsabile dei vigili del fuoco, Liliana Radio, ha ipotizzato che con molta probabilità l’esplosione è stata causata da un accumulo di gas nelle gallerie.

In Colombia le miniere sono una di quelle attività lavorative rimaste fuori dalla chiusura totale.

Il lavoro in quell’ambito prosegue indipendentemente all’epidemia da Coronavirus.