Su invito del sindaco di Milano Giuseppe Sala, Andrea Bocelli canterà la sera di domenica 12 aprile, per un concerto di Pasqua nel Duomo. Il tenore ovviamente si esibirà senza pubblico, date le norme di distanziamento sociale.

Si è detto onorato ed entusiasta Bocelli, per questa opportunità di regalare all’Italia un momento di serenità, in queste festività atipiche. Quella sera, la musica con Bocelli, in diretta streaming mondiale, entrerà nelle case degli italiani e del mondo intero, come balsamo lenitivo in questo momento di pandemia, che ha sottoposto tutti a prove durissime.

L’invito di Sala

L’invito ad Andrea Bocelli arriva proprio dalla regione d’Italia più colpita dall’epidemia di Covid-19, la Lomardia.

Il sindaco di Milano ha annunciato la notizia. “Sono felice che Andrea abbia accettato il nostro invito. Quest’anno il giorno di Pasqua sarà diverso: la gioiosa serenità che lo accompagna è fortemente turbata dalla pandemia che stiamo vivendo. Sono certo che la straordinaria voce di Bocelli sarà l’abbraccio che ci manca in questi giorni, un abbraccio forte, speciale, capace di scaldare il cuore di Milano, dell’Italia e del mondo“. L’artista sarà solo nel Duomo, accompagnato unicamente da Emanuele Vianelli, organista della Cattedrale.

Il canto di speranza di Andrea Bocelli

Nel giorno in cui si celebra la fiducia nella vita che vince, sono onorato e felice di rispondere ‘sì’ all’invito della città e del Duomo di Milano” ha dichiarato il tenore. L’evento, fissato per le 19.00 della domenica di Pasqua, in diretta streaming sul canale Youtube, si chiama Bocelli: Music for Hope.

Grazie alla musica, che coinvolgerà in streaming milioni di mani giunte in tutto il mondo, abbracceremo questo cuore pulsante del Mondo ferito, meravigliosa fucina internazionale che è orgoglio d`Italia.

La generosa, propositiva, coraggiosa Milano e l`Italia tutta saranno nuovamente e prestissimo – ne sono certo – un modello vincente, motore d’un Rinascimento cui tutti auspichiamo. Sarà una gioia testimoniarlo, in Duomo, nella festività che evoca il mistero della nascita e della rinascita“.