Eleonora Cadeddu

Diventata nota al grande pubblico per aver interpretato il ruolo di Annuccia Martini in Un Medico in famiglia, che fine ha fatto Eleonora Cadeddu?

Eleonora Cadeddu nei panni di Annuccia

A soli due anni Eleonora Cadeddu è entrata nelle case degli italiani interpretando il ruolo della piccola Annuccia. Da allora ne è passato di tempo, eppure ancora oggi in molti ricordano il suo dolce sorriso e l’aria buffa da bambina che ha fatto innamorare i telespettatori. Nel corso degli anni, quindi, il pubblico ha avuto modo di veder crescere la piccola Eleonora grazie ad Un medico in famiglia, dove ha recitato dal 1998 fino all’ultima stagione, andata in onda nel 2016.

Un’esperienza, quella di Annuccia in Un medico in famiglia, che è inevitabilmente rimasta impressa nel cuore dell’attrice, che oggi all’età di 25 anni non può che ricordare con affetto. Nel corso di un’intervista rilasciata a Vieni da Me ha infatti raccontato: “Insegno teatro ai bambini piccoli, allo stesso modo continuo a fare formazione e a studiare recitazione. Per non farmi mancare niente, studio lingue all’università. E, nel frattempo, faccio mille cose ancora.

Mi fa tenerezza la bimba che sono stata, a volte guardo tutto con distacco poi però penso ancora a quanto sia stato bello partecipare a questa fiction“.

Il rapporto con il fratello Michael

La dolce nipotina di Nonno Libero è ormai cresciuta e nel corso di questi anni non ha mai smesso di recitare, continuando la sua formazione a teatro, dove insegna ai bambini. In merito alla sua partecipazione ad Un medico in famiglia, poi, sempre nel salotto di Caterina Balivo l’attrice ha ricordato come tutto sia avvenuto per caso.

La madre, che all’epoca lavorava part-time, infatti, era lì per far fare un provino al fratello Michael Cadeddu. Quest’ultimo, a sua volta, ha interpretato il ruolo di Ciccio Martini. “Io avevo due anni e mi ha portata con sé: fuori dal provino, le hanno detto che ero proprio quello che cercavano”.

A proposito del fratello Michael ha poi affermato: “Abita in Germania, fa il fantino: lui ad un certo punto ha lasciato, un addio per sua scelta. Ha capito che non era la sua strada, quello che gli dava felicità era fare il fantino. È diventato papà”.