Cronaca

Torino, scontri tra polizia e anarchici dopo lo scippo ad un’anziana signora

Domenica di tensione a Torino, dove son scoppiati degli scontri fra la Polizia e un gruppo di anarchici. Tutto sarebbe cominciato con un furto ai danni di un'anziana signora
volante della polizia

Il furto di una collanina d’oro è presto degenerato in una situazione ben più tesa. Intorno alle 14 di questa domenica 19 aprile, la periferia di Torino è stata movimentata da una serie di scontri fra Polizia e gruppi anarchici, stando alle prime indiscrezioni. Tante persone affacciate ai balconi hanno inoltre preso di mira le forze dell’ordine con forti grida, mentre Corso Giulio Cesare, teatro degli scontri, si riempiva di persone, in barba alle misure di sicurezza in vigore durante l’emergenza Coronavirus. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri e l’Esercito.

Il furto ai danni di un’anziana

Secondo le prime ricostruzioni, i poliziotti sono intervenuti per arrestare due rapinatori, dopo aver ricevuto una segnalazione su un furto ai danni di un’anziana che passeggiava per strada.

I malviventi si sarebbero avvicinati all’ignara vittima per poi strapparle dal collo una catenina d’oro e fuggire in sella a una bicicletta. Poco dopo l’arrivo delle forze dell’ordine, la situazione è presto sfuggita di mano. Alcune persone hanno cercato di difendere i rapinatori, mentre altri inveivano contro gli agenti della Polizia.

Presenti anche diversi anarchici delle Serrande occupate di Corso Giulio Cesare 45. Decine di persone si sono riversate per il Corso, all’incrocio con Corso Brescia, nel quartiere Aurora, quasi Barriera di Milano. La questura ha inviato dei rinforzi, e gli animi si son infiammati in fretta.

Scontri fra polizia e anarchici a Torino (Foto The Social Post)
Scontri fra polizia e anarchici a Torino (Foto The Social Post)

Appelli su Facebook contro la Polizia

Sui social si moltiplicano foto e video degli scontri tra forze dell’ordine e protestanti buttatisi nel parapiglia. Su Facebook sbucano anche appelli per radunarsi e contrastare gli agenti: “La polizia ha fermato una persona in corso Giulio Cesare con i consueti modi oltre il vessatorio.

Tanta gente è scesa in strada, tanti stanno urlando dal balcone di casa contro le Fdo. Sono arrivate altre volanti di rinforzo e quattro compagni sono stati portati via ammanettati! Chi può e nei modi che ritiene opportuni provi ad avvicinarsi a c.so Giulio 45!” Secondo quanto riporta TorinoOggi, gli autori del furto si trovano entrambi in manette.

Ma proprio durante l’arresto sono intervenuti decine di anarchici, e almeno 4 di loro sarebbero ora in stato di fermo.

Gli anarchici al megafono incitano i cittadini a ribellarsi

Gli anarchici tramite un megafono hanno perfino incitato le persone affacciate ai balconi a scendere in strada e ribellarsi alle misure della Regione e del Governo in merito alla quarantena per l’emergenza Coronavirus. Intanto, secondo quanto ci ha raccontato un testimone oculare degli scontri, la zona tra Corso Giulio Cesare, Corso Novara e Corso Brescia è rimasta bloccata per circa 3 ore, con i tram della linea 4 fermi e decine di persone in strada. Tensione alta e scarso rispetto delle norme di distanziamento sociale previste dalle misure di sicurezza anti-contagio hanno fatto da padrone.

Un pomeriggio agitato in uno dei quartieri torinesi con più difficoltà, ma ora la situazione per strada pare essere tornata sotto controllo.

Potrebbe interessarti