frutta e verdura

Mangiare frutta e verdura di stagione è un gesto importante per la nostra salute ma anche per l’ambiente. In un periodo storico ed economico in cui al mercato e al supermercato si trova sui banchi di tutto e di più è divenuto fondamentale chiarire l’importanza di mangiare prodotti di stagione.

Questi due alimenti sono fondamentali per la nostra salute ed è per questo che è importante consumare ogni giorno. Per giovare a pieno delle loro proprietà è fondamentale seguire alcune regole che in sostanza richiedono di variare il più possibile la frutta e la verdura che si consuma.

Variare per colore, tipologia e soprattutto variare in base alle stagioni.

La stagionalità di frutta e verdura è fondamentale per poter portare a tavola prodotti di qualità, genuini e vi permetterà anche di risparmiare un po’ di soldi.

Frutta e verdura di stagione per aiutare l’ambiente

Prima di parlare dei benefici che la frutta e verdura di stagione ha sul nostro fisico è lecito e doveroso parlare anche dei suoi benefici sull’ambiente.

Alcuni tipi di ortaggi e di frutta non provengono dal nostro Paese ed è necessario importarli da paesi esteri, con condizioni climatiche più calde e favorevoli alla produzione di essi.

Perciò, questi prodotti prima di finire sul nostro mercato e di conseguenze sui nostri piatti, percorrono molti chilometri che necessitano giorni di viaggio.

In conclusione, comprare prodotti non di stagione che provengono da altri paesi aumenta l’inquinamento ambientale dovuto al trasporto. Per questo motivo sarebbe opportuno acquistare e consumare frutta e verdura che vengono coltivati nel nostro Paese e soprattutto consumarli quando è la loro stagione.

In questo modo si aiuta l’economia del paese e si mangiano prodotti di qualità, che non hanno dovuto subire sbalzi di temperature per il viaggio o che non sono stati raccolti prematuramente.

Acquistare prodotti a km 0, magari direttamente dai mercati gestiti dagli stessi agricoltori è un aiuto enorme per l’economia del paese e fa si che si aiutino le piccole attività di produttori.

Infine, come anticipato è anche un bene per il proprio portafoglio. Comprare ad esempio, le melanzane fuori stagione si spende il doppio di quello che si spenderebbe se le si comprassero in estate (la loro stagione).

Frutta e verdura di stagione per la salute

In seguito all’appunto doveroso sull’importanza per l’ambiente di consumare frutta e verdura in base alla loro stagionalità e giunto il momento di parlare dei benefici di ciò sulla nostra salute.

In primis, mangiare frutta e verdura in base alla loro reale stagione permette di poterle gustare nel pieno della loro bontà. Cercare questi alimenti fuori stagione non è garanzia di genuinità, anzi molto probabilmente non saranno abbastanza maturi e buoni da poter essere mangiati.

Attendere la naturale maturazione di un frutto o di un ortaggio è il primo passo per poter portare a tavola alimenti sani e privi di prodotti chimici utilizzati per velocizzare la loro “crescita”.

Se si velocizza il loro naturale arco temporale o lo si raccoglie prima che esso sia maturo equivale a mangiare un alimento privo delle sue vitamine, dei Sali minerali e di tutti gli altri nutrienti necessari al nostro fisico. Ne risente sia il sapore in questo modo ma anche le sue proprietà benefiche. Ma vediamo allora, in linea di massima, quali sono le stagioni della frutta e verdura più consumata.

Il calendario naturale di frutta e verdura

Vediamo ora in base alle quattro stagioni quali sono le verdure e la frutta da consumare.

INVERNO: da gennaio a marzo

Verdura: barbabietole, carciofi, carote, broccoli, sedano, cavolfiore, radicchio, zucca, rape e coste.

Frutta: agrumi (arance, mandarini e pompelmo), kiwi, limoni, pere e mele.

PRIMAVERA: da aprile a giungo

Verdura: asparagi, carote, verza, fave, piselli, cicoria, aglio, cipollotti e verso il mese di giugno, le zucchine, melanzane e peperoni.

Frutta: fragole, nespole, arance, pompelmo, kiwi, pere e mele. A giungo, in prossimità dell’estate potrete trovare anche le ciliegie, pesche, albicocche, susine, meloni e anguria.

Le pere e le mele sono due frutti che si possono trovare generalmente quasi in tutte le stagioni a seconda della tipologia, ma grazie alla loro vasta diffusione sono ideali per realizzare dei dolci classici, come per esempio, la torta di mele.

ESTATE: da luglio ad agosto

Verdure: zucchine, melanzane, fagioli, fagiolini, peperoni, pomodori, cetrioli, piselli, bietole, finocchio e patate.

Frutta: ciliegie, pesche, albicocche, anguria, fichi, more, lamponi, ribes, mirtilli e pere.

AUTUNNO: da ottobre a dicembre

Verdure: broccoli, cavolini di Bruxelles, cavoli, zucchine, zucca, peperoni, melanzane, carote, patate, porri, cicoria, bietole, spinaci e radicchio.

Frutta: pere, mele, uva, cachi, mandarini, arance, limoni, castagne e cedri.