Cronaca

Coronavirus e Fase 2: le regole per negozi e parrucchieri

Coronavirus e Fase 2 - Le regole per le aziende e i negozi che dovranno riaprire durante le prossime settimane
coronavirus tag

Le date sono ancora ufficiose e per sapere ufficialmente chi riaprirà e quando, bisognerà attendere la prossima settimana. Ma La Fase 2 è a un passo ormai e anche le regole per le riaperture sono ormai quasi sempre più chiare. Riaprirà solo chi sarà effettivamente pronto e in regole, al di là delle date che il Governo ufficializzerà. Lasciato il picco dell’emergenza coronavirus alle spalle, resta da rimettere in moto un intero Paese.

Le mascherine e i sistemi di protezione

Scontato ormai l’uso di mascherina e i guanti per tutti, soprattutto per il personale, ma non solo, stessa cosa vale per i clienti degli alimentari.

In moltissimi. Obbligatorio sarà il dispenser di gel igienizzante e la sanificazione dei locali e dei filtri dell’aria condizionata. La pulizia degli spazi di lavoro dovrà essere fatta due volte al giorno con mezzi specifici.

Una persona ogni 40 metri quadri

Non varrà solo per i negozi, ma il dato è ben più generale. Stando a quanto riporta il governo la distanza il rapporto per evitare il contagio è 40 metri quadri e serve per stabilire quanti dipendenti e quanti clienti possono trovarsi in un locale nello stesso momento. Per chi ha locali giusto di questa metratura, riporta il Corriere, sarà consentito “l’accesso di una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori“.

Non solo i negozi però, anche i musei cominciano a pensare alla loro ripresa. Christian Greco, direttore del Museo Egizio di Torino, sta pensando a come gestire la riapertura di uno dei musei più famosi d’Italia: “Lavoriamo per programmare il dopo e contingentare i numeri. La prima regola riguarda l’accesso al museo, che  avverrà solo su prenotazione, per evitare code in strada. Per il resto ci basiamo su uno studio del Politecnico di Torino, che permette una presenza ogni 40 metri quadrati“, ha detto a Repubblica.

Stessa cosa varrà anche per i mezzi pubblici. Ecco le regole da rispettare:

  • Distanza interpersonale di almeno un metro per chi viaggia
  • Mascherine e guanti per lavoratori e viaggiatori
  • Sanificazione dei mezzi di trasporto
  • Installazione di dispenser di gel igienizzanti ad uso dei viaggiatori
  • Corretta informazione al pubblico su uso e gestione dei dispositivi di protezione individuale
  • Vendita ridotta di biglietti per garantire un numero di passeggeri utile al rispetto delle distanze di sicurezza

I parrucchieri e i centri estetici

Difficile anche la riapertura per i parrucchieri e i centri estetici.

Sono i settori considerati più ad alto rischio contagio. Ci si dovrà adattare a una nuova realtà: un cliente per una persona del personale, non si più. Bisognerà prendere prima appuntamento e mai presentarsi direttamente sul posto, per evitare la calca. In questi luoghi è possibile che le pulizie siano necessarie più volte al giorno. Come sempre sarà obbligatorio per tutti l’uso di mascherine e guanti.

Potrebbe interessarti