Boris Johnson in primo piano con espressione preoccupata

Neil Ferguson è un epidemiologo, consulente di Boris Johnson sulle misure da prendere per contenere l’epidemia di coronavirus in Gran Bretagna. Proprio lui è tra gli scienziati che hanno convinto il governo a mettere da parte l’immunità di gregge e scegliere misure più restrittive, come il lockdown. E proprio lui le ha violate.

Viola il lockdown

L’epidemiologo dell’Imperial College di Londra ha violato due volte il lockdown per incontrare una donna. Ad occuparsi di questa inchiesta è stato il Daily Telegraph che ha rivelato che Ferguson, 51 anni, ha incontrato e invitato a casa sua una donna, sposata, per due volte, una il 30 marzo e l’altra l’8 aprile, spiega il giornale.

La misura di sicurezza del lockdown era stata suggerita al governo britannico proprio dallo stesso Ferguson. Una volta venute a galle queste informazioni, l’epidemiologo non avrebbe avuto altra scelta se non quella di rassegnare le proprie dimissioni.

Le dimissioni

Ferguson alla fine è stato costretto ad annunciare le dimissioni dal Sage, come è chiamato il gruppo di esperti che consigliano il governo. “Ho commesso un errore e ho deciso di lasciare il Sage“, ha dichiarato Ferguson.

Sono profondamente rammaricato se il mio comportamento ha in qualche modo compromesso il messaggio sulla necessità della distanza sociale per controllare questa devastante epidemia“, ha aggiunto ancora.

Molti nel Governo lo hanno attaccato. Iain Duncan Smith, ex ministro ed ex leader Tory, ha duramente attaccato il suo comportamento: “Scienziati come lui ci hanno detto cosa non dobbiamo fare, noi abbiamo fatto come lui ci ha detto ed egli invece ha fatto come ha voluto. È difficile da credere che un uomo intelligente abbia minato così il messaggio del governo sul lockdown“.

Approfondisci

TUTTO sul Coronavirus