alfonso signorini in primo piano

The show must go on, ora più che mai si potrebbe dire. L’emergenza Coronavirus ha segnato l’Italia e il mondo sotto tutti i profili cambiando le abitudini di un Paese, l’informazioni, il lavoro e anche la televisione. E proprio così, cambiato anche lui, ripartirà il Grande Fratello Vip con appuntamento fissato in agenda a settembre.

Grande Fratello Vip: motori caldi per ritornare a settembre

Ci si è domandato a lungo quanto fosse opportuno continuare a portare avanti i progetti di sempre, anche i più frivoli e divertenti, nel corso di un’emergenza sanitaria.

Domande che hanno intaccato anche un format più che consolidato come quello del Grande Fratello Vip con un Alfonso Signorini che, alla sua prima esperienza al timone, ha cercato in tutti i modi di modellare il reality pur senza dimenticarsi di quanto, fuori dalla porta rossa della casa, stava accadendo.

L’indiscrezione di Alfonso Signorini

E se tanto della nostra quotidianità è cambiato, è stato plasmato e diversificato, l’intrattenimento non cesserà di essere tale e anzi, non cambierà a maggior ragione. In questo clima è lo stesso Alfonso Signorini, nel corso di una diretta Instagram con Simona Ventura, a lanciare l’indiscrezione sul futuro del Grande Fratello Vip: una nuova edizione ci sarà e avrà inizio, salvo imprevisti del caso, il prossimo settembre.

Un po’ prima rispetto alla tabella di marcia – ha dichiarato Signorini – Quindi sarà un autunno impegnatissimo e con ogni probabilità andremo in onda con le due dirette settimanali“.

Per quanto riguarda il “cast” della futura edizione sembra ancora troppo presto per dare il via al toto-nome ma, sempre a detta di Signorini, pare ci siano già caldi due concorrenti che avrebbero già accettato la proposta.

Ho già scelto due concorrenti – ha dichiarato Signorini – il cast sarà ancora più famoso dello scorso anno“.

Approfondisci

Tutto sul Grande Fratello Vip

Coronavirus, il difficile GF Vip di Signorini: “Abbiamo dovuto scarnificare lo show”

Gf Vip: la prima volta di Signorini ai tempi del Coronavirus