bambina

Orrore in Portogallo, dove il corpo senza vita di una bimba di 9 anni è stato ritrovato dopo giorni di ricerche. La minore risultava infatti scomparsa, e la polizia avrebbe eseguito due arresti: fermati padre e matrigna. I due sarebbero accusati di omicidio e occultamento di cadavere.

Il dramma di Valentina, morta a 9 anni

La piccola Valentina aveva soltanto 9 anni e, secondo quanto riportato dal Portugal Resident e dall’emittente spagnola Telecinco, sarebbe stata uccisa. A rivelarlo sarebbero state le prime evidenze sul corpo della minore, ritrovato in un campo a circa 5 km dalla casa paterna di Peniche (Portogallo), nel cuore di una zona rurale.

La denuncia sulla sparizione sarebbe stata fatta il 7 maggio scorso, e la svolta risalirebbe alla giornata del 10, dopo un’intensa attività di ricerca partita proprio dall’abitazione del genitore in cui la piccola avrebbe trascorso le settimane di isolamento per l’emergenza Coronavirus.

Il corpo della bambina, riporta il quotidiano portoghese Observador, sarebbe stato trovato avvolto in una coperta e nascosto sotto un mucchio di rami.

Arrestati padre e matrigna

Gli inquirenti sospetterebbero un coinvolgimento di padre e matrigna, 32 e 38 anni, nella morte della minore.

Entrambi sarebbero stati arrestati in seguito ad alcune dichiarazioni dell’uomo, portato dagli inquirenti sulla scena del crimine per ricostruire la dinamica.

Durante una conferenza stampa della polizia, riporta Telecinco, sarebbe stata confermata l’esistenza di una pista dominante nell’alveo delle indagini: omicidio con l’ipotesi della premeditazione.

Secondo quanto riportato dai media locali, la prima ricostruzione dei fatti rimanderebbe ai contorni di un delitto che potrebbe essersi consumato la sera precedente alla denuncia di scomparsa. Sarebbero emersi anche elementi a supporto dell’ipotesi che la bambina possa essere stata uccisa all’interno dell’abitazione di famiglia, prima di essere portata in auto nel luogo in cui poi sarebbe stata ritrovata.

Il movente, ancora tutto da chiarire, secondo la stampa portoghese potrebbe avere a che fare con presunti attriti familiari. I rilievi avrebbero escluso la presenza di segni di violenza sessuale sul corpo della piccola. Le indagini proseguono.