volante dei carabinieri

Brutta vicenda quella che arriva dalla provincia di Sassari, dove una donna è stata violentata mentre si trovava all’aperto. Il suo aggressore si è rivelato essere un minorenne, che dopo una notte in fuga è stato arrestato. A salvare la donna, altre persone che stavano facendo attività fisica.

Stuprata mentre fa jogging

A riferire l’accaduto e la triste vicenda di cui è stata vittima una donna, sono numerose fonti locali sarde. Il tutto è successo ieri sera – lunedì 11 maggio – in una zona isolata nel comune di La Maddalena, nota località in provincia di Sassari.

Viene riferito che una 40enne della zona sarebbe stata fuori per fare jogging. Un uomo l’avrebbe però raggiunta e aggredita alle spalle, quindi avrebbe abusato sessualmente di lei, tra urla e richieste di aiuto.

Per fortuna, due persone nei paraggi hanno sentito le urla e sono accorsi, costringendo così l’aggressore alla fuga e permettendo i soccorsi alla vittima. Immediata anche la chiamata ai Carabinieri, che hanno iniziato subito una vera e propria caccia all’uomo.

Arrestato un 16enne tunisino

Le forze dell’ordine hanno iniziato a cercare nei dintorni: l’uomo che aveva aggredito la 40enne infatti avrebbe cercato riparo tra i canneti della zona, riferiscono le fonti.

Ci sarebbe quindi voluta l’intera notte prima che i Carabinieri del posto, assieme al Nucleo Operativo Radiomobile di Olbia, riuscissero a trovarlo e arrestarlo.

Si è così scoperto che l’uomo che avrebbe aggredito e violentato la 40enne ha solo 16 anni. Di nazionalità tunisina, le fonti riferiscono che sarebbe residente presso un centro di accoglienza per richiedenti asilo lì a La Maddalena, dove starebbe inoltre scontando una pena detentiva.

Una volta trovato, i Carabinieri lo hanno arrestato e condotto a Sassari.

Stando a quanto viene riportato, il terribile assalto e la violenza avrebbero lasciato la 40enne in un profondo stato di choc.