gian marco tognazzi, primo piano

L’attore Gian Marco Tognazzi, nato dall’unione tra Ugo Tognazzi e di Franca Bettoja, è stato ospite del programma di Caterina Balivo Vieni da me. In trasmissione ha ricordato una parte della sua infanzia, un evento traumatico, e anche una passione giovanile per Donatella Rettore. L’attore ha recitato in molti programmi televisivi ben noti al pubblico: Luisa Spagnoli, I misteri di Laura, Il bene e il maleMaria Montessori.

Un ricordo spaventoso e l’intervento di Jannacci

Gian Marco Tognazzi ha raccontato nello studio di Vieni da me un episodio traumatico del suo passato: “Enzo Jannacci era un amico di famiglia.

Mi salvò la vita durante un Natale a Varese. Ebbi una strana crisi, mi si gonfiò il collo, stavo per soffocare e mi fece un punturone che mi salvò la vita. Avevo quattro anni e non ricordo bene. Ma era un grande dottore“, riporta il Messaggero le parole dell’attore.

Donatella Rettore idolo dei fan

La sua è stata un’infanzia circondato da grandi artisti: “Jannacci e Gaber sono stati fin da bambino i miei riferimenti musicali“. Ha anche raccontato di aver condiviso una passione per Donatella Rettore con il suo compagno di banco, poi, da adulto, ha anche avuto il piacere di incontrarla e conoscerla di persona.

Non molte persone possono conoscere gli idoli della loro gioventù. Caterina Balivo alla fine conclude: “Sono un po’ invidiosa dei figli d’arte, perché i vostri genitori non scompariranno mai. Continuerete a vederli negli splendidi filmati dei loro film e spettacoli

Guarda il video