mauro coruzzi in primo piano a italia sì

Una giornata iniziata col “piede storto” in tutti i sensi per Mauro Coruzzi, anche noto come Platinette. Puntuale all’appuntamento a Italia Sì, Coruzzi ha infatti raccontato del suo piccolo incidente domestico che l’ha messo difficoltà a bordo della cyclette.

Mauro Coruzzi: l’incidente sulla cyclette

Le maglie larghe delle restrizioni permettono ora la ripresa piano piano delle attività, motorie annesse. Tuttavia c’è chi come Mauro Coruzzi non ha perso l’abitudine di allenarsi all’interno delle proprie mura domestiche la mattina presto. Proprio lui però, habitué del salottino di Marco Liorni a Italia Sì insieme a Rita Dalla Chiesa, Manuel Bortuzzo ed Elena Santarelli, ha raccontato di aver avuto non pochi problemi questa mattina mentre si trovava alle prese con la cyclette.

La nostalgia per il figlio mai avuto

Sono caduto dalla cyclette – ha raccontato Coruzzi a Liorni con la solita ironia che lo contraddistingue – di mattina presto, ma mi sono ripreso. Andiamo avanti! Lo sport fa malissimo“. Un siparietto tragicomico che ha intrattenuto i primi momenti che anni introdotto Coruzzi in studio con Marco Liorni, anche lui particolarmente ironico, che ha voluto così commentare: “Stoico!

Ecco perché sei così un figurino, complimenti“. Un commento che si contestualizza alla luce della mise di Coruzzi sfoggiata nella giornata di ieri nel corso di Italia Sì, in onore dei festeggiamenti per la Repubblica.

Sempre nell’odierna puntata di Italia Sì, Coruzzi è stato sorpreso anche da una vena malinconica, una nostalgia dovuta al fatto di non aver mai avuto un figlio: “Mi sarebbe piaciuto – ha infatti commentato in studio Coruzzi – mi sarebbe piaciuto avere qualcuno a cui pensare e di cui preoccuparmi. Quando si cerca la strada della solitudine non è sempre facile coprire i buchi con altre persone“.

Approfondisci

Platinette si sfoga a Italia sì: “Un difficile male da combattere”

Eleonora Daniele: con il parto alle porte cede il testimone all’amico Marco Liorni