Elettra Lamborghini un video

In una lunga story Elettra Lamborghini ha spiegato perché due giorni fa sui suoi profili social non è apparso il contenuto nero, al grido di BlackOutTuesday.

L’iniziativa prende spunto dai movimenti e le sommosse antirazziste che stanno mettendo a ferro e fuoco gli Stati Uniti in questi giorni, dopo l’omicidio di George Floyd. Le rivolte hanno trovato l’appoggio di moltissime star e il supporto è stato massiccio attraverso la rete, tanto da arrivare in Italia. Ma Elettra Lamborghini sembra esplodere contro gli ipocriti che postano seguendo le mode e poi non si informano su cosa accade realmente nel mondo.

È molto severa l’ereditiera regina del twerk, soprattutto nei confronti degli italiani. E per toccare un tema più vicino alle nostre realtà non ha risparmiato il suo parere sull’argomento immigrazione.

Nessun post per il BlackOutTuesday

Elettra Lamborghini prende le distanze da coloro che in questi giorni hanno postato con l’hashtag BlackOutTuesday un’immagine completamente nera sui social, a supporto delle cause antirazziste. “Non mi piace pubblicare quello che pubblicano gli altri, perché è semplicemente un hype” comincia l’ereditiera in una story su Instagram.

La regina del twerk è severissima, soprattutto contro le ipocrisie. “Loro non sanno neanche cosa sta succedendo nel mondo. Celebrano le giornate per i gay e poi sono i primi a chiamarli “fro*i”. Oggi è la giornata in cui bisogna mettere la foto nera, e poi sono i peggio razzisti. Io non ci sto, se foste tutti così buoni non sarebbe un mondo di mera, quindi non fate gli ipocriti perché alla fine si parla di questo”.

Elettra Lamborghini parla di immigrazione

Elettra è spietata sbatte in faccia al web un’amara verità.

Voi siete gli stessi che qualche mese fa ve la prendevate quando sbarcavano quelle quattro vite in Italia, che poi erano bambini e madri (vorrei vedere se fossero stati i vostri famigliari)“.

E ancora: “Siete gli stessi che giudicano dal colore della pelle. Io compatisco quelle persone che non vedono al di là del loro naso e non sanno niente, non sanno la bellezza che ci può essere dietro una cultura differente“. Risoluta e lucida la Lamborghini fa notare che non basta pubblicare un’immagine nera per cambiare quanto di sbagliato c’è nel mondo.

Però così non andiamo da nessuna parte. Postare una foto e essere i peggio razzisti non serve, non è quello il cambiamento“.